Abbandono e circonvenzione d'incapace, revocati gli arresti domiciliari

Chiuse le indagini sulla vicenda che ruota attorno a una 27enne affetta da deficit. Secondo i consulenti è capace di ricordare e testimoniare

LECCE – Il gip Alcide Maritati ha rigettato la richiesta di revoca della misura cautelare nei confronti dell’avvocato Gabriella Cassano, 47 anni di Lecce; e Fabio Degli Angeli, 47enne di Carmiano, compagno di Cassano, arrestati nell’ambito dell’inchiesta in cui sono indagate cinque persone accusate a vario titolo, di sottrazione, abbandono e circonvenzione di persona incapace, sequestro di persona, falso e tentata estorsione. Entrambi erano finiti agli arresti domiciliari nel maggio scorso. Il giudice ha sostituto gli arresti domiciliari con il divieto di avvicinamento alla persona offesa, mantenendo una distanza di almeno 200 metri e con l’assoluto divieto di ogni forma di comunicazione.

Gli altri indagati sono Domenico Della Porta, 42enne di Carmiano, psicologo e cugino di Cassano; Cosimo Visconti, 73enne di Carmiano e Cosimo Filieri, 61enne di Veglie. Nei giorni scorsi è stato loro notificato l’avviso della conclusione delle indagini preliminari. Gli indagati sono assistiti dagli avvocati Giuseppe Antonio Lombardo, Massimo Zecca, Luigi Piccinni, Francesco Martinese, Romeo Russo e Letizia Garrisi.

La vittima, una donna con deficit

Al centro della vicenda, secondo quanto contestato dal pubblico ministero Maria Rosaria Micucci, una donna affetta da vari disturbi e deficit di natura psicologica e intellettiva, sottratta alle cure mediche e segregata, per costringerla a revocare l’amministratore di sostegno, nominato dal giudice tutelare, conferendo la stessa carica all’avvocato Cassano, in modo da poter gestire la pensione di invalidità e l’indennità di accompagnamento.

L’incidente probatorio

Vista la situazione complicata sotto il profilo della patologie e delle pressioni psicologiche cui è stata sottoposta nel corso dei mesi, la testimonianza della donna è stata raccolta nell’incidente probatorio con tutte le tutele del caso per essere utilizzata in un’eventuale fase dibattimentale. Dagli esami cui è stata sottoposta la persona offesa è emerso che è capace di ricordare gli eventi e di rendere testimonianza. Il paziente, inoltre, è stato descritto come soggetto borderline, alla ricerca di attenzioni e capace di atteggiamenti “manipolativi”.

Al freddo e privata delle cure

A Cassano, Degli Angeli e Visconti è contestato il reato di sottrazione di persona incapace per aver prelevato, lo scorso 14 gennaio, la persona offesa dal reparto di Psichiatria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, conducendola in auto in un’abitazione estiva a Marittima di Diso. Lì i tre l’avrebbero abbandonata per due giorni al freddo, privandola delle cure farmacologiche e provocandole febbre e malessere. Ai cinque indagati è poi contestato il reato di sequestro di persona, per aver segregato la donna, dal 16 al 25 gennaio, nell’abitazione di Filieri a Veglie, in precarie condizioni igieniche e sanitarie, impedendole di uscire se non per fare una finta telefonata alla stessa Cassano e per raggiungere il giudice tutelare per l’istanza di revoca dell’amministratore di sostegno.

Circonvenzione di incapace

Cassano e Degli Angeli sono accusati di circonvenzione di incapace per aver manipolato la donna affetta da deficit, “inculcandole la convinzione che l’amministratore di sostegno nominato dal giudice tutelare non si curasse e non si interessasse di lei”, inducendola a conferire a Cassano il mandato per la revoca dello stesso. Filieri e Cassano avrebbero poi convinto la vittima a dichiarare il falso al pubblico ministero. Contestata la tentata estorsione a Casano per aver chiesto al padre della persona offesa, dopo la revoca del mandato ad aprile scorso, una ingente somma di denaro come parcella per i servili legali resi, minacciando in caso contrario di “pignorargli la casa” e di farlo “finire in prigione per cinque anni”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • settimana

    Rapina armata nel supermercato: in manette un 27enne, sospetti sul complice

  • Cronaca

    Benzina sull’auto di un biologo e di una docente: mezzo distrutto, caccia ai piromani

  • settimana

    Tragedia in ospedale: un uomo si toglie la vita lanciandosi dal quarto piano

  • Cronaca

    “Poliziotto aggredito da un detenuto”. La nuova denuncia del sindacato dei penitenziari

I più letti della settimana

  • Ladri nel caveau della banca: ritrovati 4 borsoni con denaro e ori

  • Piratavano il segnale della pay tv, quindici indagati. Eseguite perquisizioni

  • In viaggio, ma scompare nel nulla: il 35enne è stato arrestato

  • Nascoste nel serbatoio dell'auto pistole e armi da guerra, arrestato 22enne

  • Codici pirata per la pay tv, fiamme gialle sulle tracce di "centrali e clienti"

  • Spaccio di droga trasportata dall'Albania: tra gli arrestati un 20enne di Galatone

Torna su
LeccePrima è in caricamento