Inciviltà più tenace delle multe. Tra case e campagne l'abbandono di rifiuti

Nella zona compresa tra via Giammatteo e via Adriatica sono numerosi i "focolai" dove abbondano sacchi di spazzatura di ogni genere

Via Suor Anacleta De Rinaldis.

LECCE - Circa quaranta giorni addietro cinque residenti della zona di via Flumendosa sono stati sanzionati dagli ispettori ambientali del Comune per aver abbandonato i propri rifiuti a ridosso della campana per il vetro ancora presente. Stessa sorte per altre tre persone, tra cui il titolare di un'impresa che stava effettuando lavori nella zona.

Ma in quel lembo di Lecce, propaggine urbana verso il litorale, la situazione non pare affatto mutata e non si può dire che quella lezione sia servita. Basta infatti imboccare una delle traverse di via Giammatteo, ad esempio, per imbattersi in cumuli di sacchi di spazzatura ammassati sul ciglio della strada, a ridosso delle campagne che si alternano con le abitazioni. In via Papini, via Canuto, via Saba: la scena è sempre la stessa.

Non si può dire diversamente di via suor Analceta De Rinaldis, una stradina laterale chiusa adiacente all'istituto Filippo Smaldone, a pochi metri dal campo Coni e da un complesso residenziale di recente costruzione. Il sito è stato già oggetto di numerosi interventi straordinari di bonifica, ma il suo destino appare segnato dall'inciviltà di chi continua a scaricare i propri rifiuti.

Un malcostume diffuso a Lecce e nemmeno esclusivo delle periferie più estreme: l'ancora scarsa confidenza di molti cittadini con la raccolta porta a porta e il numero piuttosto elevato di evasori, residenti che non pagano la tassa sui rifiuti e che quindi sono sconosciuti al sistema della raccolta differenziata, hanno per certi versi reso più evidente il fenomeno dell'abbandono incontrollato.

L'installazione di telecamere sembra essere un buon deterrente, ma l'amministrazione comunale ritiene troppo onerosa la copertura di tutte le zone sensibili della città. D'altra parte anche la rimozione straordinaria dei rifiuti, che talvolta sono anche "speciali", rappresenta un costo non previsto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento