sabato, 19 aprile 16℃

Autolavaggio e officina. Tutto abusivo, e con discarica

Denunciato un pensionato di Parabita. Esercitava l'attività polifunzionale senza alcun tipo di autorizzazione. Trovati anche pneumatici e materiale ferrosi accatastati alla rinfusa nel piazzale. Tutto sotto sequestro

Redazione 9 novembre 2011
11

 

PARABITA – Autolavaggio, più officina meccanica, più autocarrozzeria. Tutto abusivo, per la guardia di finanza della compagnia di Gallipoli, che ha eseguito un’ispezione presso un’attività di Parabita. Per non parlare dei danni ambientali, dovuti allo scolo delle acque reflue e degli oggetti accatastati alla rinfusa. E fra denunci penale e segnalazione alle autorità amministrative, nei guai è finito un pensionato.

Il controllo svolto dai finanzieri ha permesso di accertare che il titolare, un 69enne del posto, avrebbe gestito l’attività senza alcuna autorizzazione commerciale. Nessuna partita Iva, tantomeno documentazione contabile e fiscale per l’esercizio d’impresa. Però, le insegne per il pubblico pare che fossero davvero ben visibili.

Ma c’è di più. Durante la verifica, i finanzieri hanno notato che le acque reflue derivanti dal lavaggio delle autovetture venivano convogliate, attraverso un tombino, in una falda acquifera circostante. Arrecando rischi ambientali da non sottovalutare. Inoltre, nel piazzale dell’autolavaggio, ampio circa 200 metri quadri, era stato stoccato, senza autorizzazione, un enorme quantitativo di materiale ferroso e di altri rifiuti speciali, oltre a 220 pneumatici usati di varie dimensioni. Insomma, una sorta di discarica abusiva.

L’autolavaggio e tutta la strumentazione (idropulitrici professionali, aspirapolveri, bidoni di detersivi, lucido per cruscotti, e via dicendo), il materiale ferroso e gli pneumatici stoccati in modo illecito, sono stati sottoposti a sequestro per violazione alle norme sull’ambiente. Inevitabile per il titolare la denuncia alla Procura della Repubblica di Lecce per reati ambientali.

Sempre nel corso dello stesso controllo, i finanzieri hanno accertato che il pensionato, in un box ricavato nel piazzale, esercitava l’attività polifunzionale di meccanico-gommista-carrozziere, senza alcun titolo, e senza essere iscritto alla Camera di commercio. Anche in questo caso sono state rinvenute tutte le attrezzature complementari all’esercizio di delle attività: banchi attrezzi, carrelli porta-attrezzi, macchinari per l’equilibratura delle gomme, varie bombolette spray di vernice, lattine di olio per freni, un bidone di diluente al nitro, attacchi per aria compressa, due scaffali contenenti numerosi attrezzi, una saldatrice.

Annuncio promozionale

Anche l’officina polifunzionale è stata sottoposta a sequestro. Il titolare ha ricevuto una segnalazione alla Camera di commercio di Lecce. La sanzione amministrativa per l’esercizio abusivo dell’attività ammonta a 5mila e 164 euro. 

Parabita
abusivi

11 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di ex parabitano

    ex parabitano non me ne frega niente dei problemi passati o presenti del pensionato: paga le tasse,mettiti in regola come tutti sennò mori te fame e poi confiscata anhe la pensione....!!!

    il 27 novembre del 2011
  • Avatar anonimo di DVD

    DVD io sono daccordo con zzz . queste persone che lavorano a nero sai quante ce ne sono... io ora gli sospenderei la pensione che prende....
     cmq  facendo tanti esposti per bloccare queste persone , le autorita non intervengono subito...

    il 27 novembre del 2011
  • Avatar anonimo di stefano

    stefano Sarà pur vero che l'uomo fosse una persona onesta, un silenzioso lavoratore, un uomo che ha avuto problemi nella vita e che questa non gli ha mai sorriso.....
    Ma scusa, perchè non si metteva in regola ? perchè non pagava le tasse ? perchè era pensionato e continuava a lavorare invece di far lavorare (legalmente) i propri figli o gli altri ?
    E gli autolavaggi, autofficine, autocarrozzerie che pagano le tasse ed i cui titolari vedevano il pensionato che lavorava tranquillamente, forse più di loro, senza pagare le tasse ed inquinava l'ambiente e le falde acquifere, che cosa dicevano ? che era giusto ?
    Amici, io pago 800 euro al mese di tasse, per fare un piazzale di 15 MQ ho dovuto pagare 400 euro di ingegnere per fare il progettino da presentare al comune, non scarico veleni nelle falde acquifere......il pensionato, dovrebbe essere essere più furbo di me ? o degli altri che rispettano le leggi ?

    il 10 novembre del 2011
  • Avatar di Guerriero Furioso

    Guerriero Furioso son daccordo con zzz ecco perche ci ritroviami in questo stato, io non voglio pagare le tasse al posto di nessuno .

    il 10 novembre del 2011
  • Avatar anonimo di Parabitano

    Parabitano Erano 30 anni che il ''pensionato'' in questione gestiva la sua attività...
    Tutti sapevano ma nessuno interveniva. Questa è l'Italia!

    il 9 novembre del 2011
    • Avatar anonimo di zzz

      zzz se lo sapevi perchè non hai fatto nulla, bisogna denunciare tutte le irregolarità, dobbiamo cambiare queste "brutte abitudini" perchè anche se apparentemente innoque ci stanno ammazzando. Pensa che tu hai pagato le tasse anche per lui.

      il 9 novembre del 2011
      • Avatar di Guerriero Furioso

        Guerriero Furioso > se lo sapevi perchè non hai fatto nulla, bisogna denunciare tutte le irregolarità, dobbiamo cambiare queste "brutte abitudini" perchè anche se apparentemente innocue ci stanno ammazzando. Pensa che tu hai pagato le tasse anche per lui.

        il 10 novembre del 2011
    • Avatar anonimo di matteo

      matteo Tutti sapevano ma nessuno interveniva?...forse perchè a sempre lavorato senza dare nessun fastidio? forse perchè è stata sempre una persona onesta? forse perchè la vita nn gli è stata molto fortunata? forse perchè nn a mai rubato? UNA PERSONA INTELIGGENTE SE LO SPIEGA IL PERCHè....LE PERSONE STUPIDE COME Tè NO...è FACILE GIUDICARE...senza sapere la vita di una persona.

      il 9 novembre del 2011
      • Avatar anonimo di zzz

        zzz una persona onesta non può essere una che evade le tasse, e che di conseguenza ha rubato alla collettività, è come se qualcuno tutti i giorni ti entrasse in casa e ti rubasse qualcosina, poco a poco, diresti che non ha dato nessun fastidio o che è un ladro?

        il 10 novembre del 2011
    • Avatar anonimo di libero

      libero Sarai pure un parabitano..ma solo sulla carta d'identita..NN PARLARE CHE FAI PIù BELLA FIGURA

      il 9 novembre del 2011
      • Avatar anonimo di DVD

        DVD tu pure sei uno che non paghi le tasse  all ora , visto che te la prendi tanto

        il 27 novembre del 2011