Abusivismo su corso Vittorio Emanuele II: polizia locale replica a commercianti

La presenza di venditori non autorizzati, più volte lamentata, ha assunto dimensioni ancora maggiori nel periodo clou dell'estate. Per i negozianti manca la reale volontà di affrontare la questione con determinazione

Una foto di Corso Vittorio Emanuele II fatta nei giorni scorsi

LECCE – L’impegno contro l’abusivismo commerciale sta dando i suoi frutti. Lo assicura il comando della polizia locale di Lecce, rispondendo alle dichiarazioni del comitato “Commercianti del corso” che lamentava la presenza di venditori non autorizzati lungo la principale via del centro storico di Lecce

“Nessuno in questa città vuole prendersi fastidi – è stato scritto in una nota dei negozianti ieri mattina - e quindi preferisce che la strada sia piena di ambulanti abusivi piuttosto che prendere delle decisioni drastiche che ridiano dignità ad un tratto di strada che di sera accoglie migliaia di turisti”.

Parole alle quali la polizia locale ha così replicato: “E’ da mesi che la polizia locale sta mettendo in campo tutte le sue forze per contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, che rischiava di diventare endemico nella nostra città, a tutte le ore del giorno e della notte. I risultati di questo sforzo sono evidenti e sono corroborati dai numeri relativi ai sequestri di merce, contraffatta e non, effettuati quasi quotidianamente dalle pattuglie che controllano il centro storico e le aree mercatali. Tali dati parlano chiaro e non temono smentite”.

Ciascuna parte in questa contesa agostana sostiene le proprie posizioni con l’invio di foto: quelle dei commercianti, datate 19 e 20 agosto, attestano la presenza di commercianti abusivi; quelle della polizia locale, del 18 agosto, indicano, sempre in corso Vittorio Emanuele, una situazione di normalità. Ma non c’è accordo sulla cronologia: per il corpo municipale le immagini dei commercianti si riferirebbero allo stesso giorno.

“Le foto che testimoniano la presenza di venditori abusivi su Via Vittorio Emanuele II, pubblicate sulla stampa, si riferiscono alla tarda serata di martedì 18 agosto, e, precisamente, ad un lasso di tempo in cui il corso era rimasto momentaneamente sguarnito dal controllo poiché la pattuglia in servizio antiabusivismo commerciale era stata dirottata, con urgenza, su viale dell’Università per un sinistro stradale che aveva causato un grave pregiudizio per la pubblica incolumità. Giusto il tempo di essere rimpiazzata dalla pattuglia montante, che di lì a poco avrebbe effettuato l’ennesimo sequestro e ripristinato una situazione di legalità, come si può evincere dalla documentazione fotografica che si allega”.

“E’ chiaro che episodi del genere – si conclude così il comunicato istituzionale - si potrebbero ripetere, perché, evidentemente, la polizia locale non può essere fisicamente presente ad ogni angolo di strada, 24 ore su 24, no stop, con il medesimo spiegamento di forze, ma questo comando assicura che continuerà a ‘prendersi il fastidio’ di contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale che rappresenta un obiettivo qualificante dell’amministrazione comunale e dello stesso  comando di Viale Rossini”.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

Torna su
LeccePrima è in caricamento