Abusivismo: sequestrata una villa di lusso con piscina

Il provvedimento adottato da forestale ed ufficio tecnico del Comune di Castrì dopo un sopralluogo. Denunciato il titolare. Difformità nella costruzione della casa e piscina senza autorizzazione

Castrì, la piscina.
CASTRI' DI LECCE - Villa di lusso, con piscina. Tutto finito sotto sequestro penale. Per chiare difformità rispetto al progetto originario e aggiunte - vale a dire, proprio quella grande vasca per il relax - senza alcun tipo di autorizzazione. L'operazione è stata portata a termine questa mattina dagli agenti della forestale di Lecce, che hanno svolto un sopralluogo insieme al persone dell'ufficio tecnico del Comune di Castrì di Lecce. Ed è scattata la denuncia nei confronti di un uomo residente a Calimera, per aver realizzato il tutto in assenza e difformità rispetto al permesso di costruire su di un terreno di sua proprietà che sorge in località "Cantaduri", lungo la provinciale Vernole-Calimera, in territorio di Castrì.

Durante le verifiche, sarebbero dunque emerse delle difformità rispetto al progetto approvato nel 2004 per la costruzione di una casa colonica. Infatti, il proprietario ha ampliato la superficie e il volume trasformandola in una vera e propria villa di lusso, rifinita e arredata, disposta su tre piani. A pochi metri dall'abitazione, in completa assenza di autorizzazione a costruire, è stata realizzata anche una piscina di circa 130 metri quadrati, con relativo vano ad uso spogliatoio di circa 20 metri quadrati, accessibile tramite una scala esterna. Il proprietario è stato nominato custode giudiziario.

E sempre la forestale, questa volta in collaborazione con il nucleo di vigilanza edilizia del Comune di Lecce, ha denunciato un uomo originario di Cavallino e residente a Lecce per aver realizzato, in assenza del permesso di costruire su di un terreno di sua proprietà in via Vecchia Copertino, a Lecce, un immobile rifinito e abitabile di circa 50 metri quadrati. con copertura in legno e tegole composto da tre vani e accessori, mediante la ristrutturazione di una vecchia stalla preesistente. Anche in questo caso, il proprietario è stato nominato custode giudiziario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento