Accumulo di sabbia e denunce ai concessionari: “Operazioni autorizzate”

Il presidente di Federbalneari, Della Valle, chiarisce la vicenda di alcuni lidi di Gallipoli: “Rispettata ordinanza balneare”

GALLIPOLI – “La movimentazione e l’accumulo della sabbia sul litorale non è frutto di abusive ed illegittime iniziative dei concessionari”. Parola del presidente di Federbalneari Salento, Mauro Della Valle. Il numero uno dei balneari, a seguito dei controlli e delle denunce da parte della guardia costiera che hanno interessato alcuni dei lidi del litorale della Baia Verde di Gallipoli, ha inteso porre alcuni chiarimenti sulla vicenda. I militari della capitaneria di porto di Gallipoli infatti, appena ieri, nell’ambito dei controlli di polizia marittima lungo il litorale ionico, davano comunicazione di aver provveduto ad identificare e denunciare cinque concessionari di altrettanti stabilimenti balneari del litorale di Gallipoli ai quali sono state contestate diverse violazioni di natura ambientale e demaniale. L’ipotesi avanzata dall’autorità marittima è quella di aver accumulato in maniera irregolare la sabbia nella porzione di arenile in concessione e quindi di essersi resi responsabili del deturpamento di bellezze naturali e delle violazioni delle prescrizioni dettate dalle autorità e dalle normative demaniali.

“Premesso che non tutti i lidi in questione si trovano nella medesima posizione, si evidenzia che le operazioni di movimentazione della sabbia e accumulo della stessa, poste in essere da numerosi anni dai concessionari balneari, hanno sino ad ora permesso di salvaguardare il litorale gallipolino da fenomeni di erosione costiera, con conseguente salvaguardia del litorale e dell’arenile” precisa Della Valle, “naturalmente simile operazione, contrariamente a quanto apparso sulla stampa locale, non è frutto di abusive ed illegittime iniziative dei concessionari. Sul punto la stessa ordinanza balneare prevede la possibilità di porre in essere operazioni di preparazione e sistemazione della spiaggia, previa comunicazione al Comune e alla capitaneria di porto. Comunicazione puntualmente posta in essere dai concessionari”.

Non ci sarebbe dunque nessuna attività arbitraria o irregolare posta in essere dai titolari della concessione e degli stabilimenti  secondo il presidente dei balneari salentini, tanto più che le stesse operazioni di movimentazione della sabbia sarebbero già state oggetto di preventiva autorizzazione sia del Comune di Gallipoli, sia della Provincia di Lecce (che ha rilasciato la necessaria valutazione di incidenza ambientale) sia dell’Ente Parco di Gallipoli. “Inoltre la maggior parte dei concessionari, nell’effettuare simili operazioni, si è attenuta alle distanze previste dal cordone dunale ed alla volumetria di sabbia imposta dalle citate autorizzazioni” puntualizza ancora Della Valle, “così come  è da ricordare che per poter procedere alla detta movimentazione, sono stati utilizzati solo mezzi meccanici gommati, così come prescrive l’ordinanza balneare. Nel ribadire la posizione di Federbalneari, improntata sempre al rispetto della legalità e ad uno spirito collaborativo con le forze dell’ordine e le autorità giudiziarie” conclude il presidente dei balneari, “auspichiamo che sulla faccenda possa essere fatta piena chiarezza”. E saranno ora le verifiche congiunte di capitaneria e procura a dover verificare se le operazioni di accumulo e la movimentazione sull’arenile, finalizzate ad agevolare il ripascimento e a scongiurare i fenomeni dell’erosione marina,  per quanto autorizzate,  siano state, o meno, eseguite in maniera corretta e nel rispetto delle prescrizioni normative.        

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (23)

  • Buonasera a tutti. Come volevasi dimostrare il dott. MAURO DELLA VALLE SE LA CANTA E SE LA SUONA. Egli crede di aver convinto quanti di noi amiamo la nostra terra deducendo che tutto ciò quanto avvenuto sia nella norma, regola, LEGALITA'. Permane al sottoscritto la convinzione che se tutto era in regola come mai il sopralluogo della guardia costiera? Orlando Arturo.

  • Signor Arturo ,la ringrazio per gli affettuosi auguri , ne ho proprio bisogno , l’influenza è stata la causa del ritardo nella risposta , ora ne approfitto ed anticipo gli auguri a Lei e alla sua famiglia per un sereno e prospero 2017. Per quanto riguarda il Parco naturale regionale “ Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo “ la invito a farsi una passeggiata per vedere come è tenuto ed è ridotto , addirittura in qualche punto giace per “ la stagionatura “ spazzatura a cielo aperto e su qualche stradina invece è impedito il passaggio con sbarra come se fosse proprietà privata . Le staccionate in legno che delimitano l’area dove si vedono sono marce e ridotte in pezzi e ..... mi fermo per la rabbia . Buona serata signor Arturo, con questi .... squali .... Gallipoli è proprio finita.

    • Signor VERITAS buongiorno. Purtroppo mi spiace per la sua influenza,siciramente non ha fatto il vaccino, ah è vero LEI è giovane desiste nel farlo,anche se andrebbe fatto.Sull'invito a recarmi nei luoghi da LEI descritti mi trovo al nord per ragioni familiari,ma alla mia venuta farò una capatina.Le giunga una pronta guarigione e non molliamo.Diceva un vecchio detto "BOIA A CHI MOLLA". UN BUON 2017 DI SALUTE E FELICITA' A TUTTI VOI.Orlando Arturo.

  • Buongiorno a tutti. Desidero fare felici auguri a TUTTA LA REDAZIONE DI LECCEPRIMA E MIEI CONCITTADINI. Estesi a tutte le forze di polizia. Auguro un felice NATALE a chi soffre per motivi di salute e sociale. Buon natale ai deboli e indifesi,ai giovani in cerca di lavoro, ai disoccupati,alle famiglie deboli, agli anziani solo ed abbandonati, ai senza tutto a tutti quelli chi quotidianamente hanno problemi di sopravvivenza. Nutro la speranza che la forbice delle ingiustize sociali che sempre si allarga si chiuda definitivamente. Auguro a tutti miei concittadini di GALLIPOLI che l'anno nuovo porti salute e felicità. Auspico inoltre che gli amministratori tutti inizino quel lavoro annunciato durante la campagna elettorale, con attenzione sui temi della città nella tutela di della classi disagiate, con l'inizio di seri piani economici mirati alla creazione di posti di lavoro, piani sociali di intervento verso chi ha bisogno, piani del territorio dove nascano delle infrastrutture per la CITTA'.AUGURI A TUTTI Orlando Arturo.

  • Purtroppo il problema principale sono le istituzioni incapaci di farsi rispettare nel fare il proprio dovere, amministrazione comunale compresa con le tasche piene a fine stagione lasciando concessioni fuiri legge, tanto conoscono bene la prassi, basta fare ricorso che tutto fila liscio, e tutti ne escono puliti.

  • anzi a questo punto il signor Mauro Della Valle ha l'obbligo "morale" di segnalare quali sono stati gli uffici(comunale e provinciale) preposti a fornire tale autorizzazione. Ricordandosi che l'oggetto in questione trattasi di pubblico demanio.Rimaniamo in attesa.grazie

  • La foto è eloquente e parla da sè . Redazione ....... “ CENSURI “ anche questo .... visto che è stato “ non pubblicato “ il commento in precedenza postato . e che riinvio : “Sarà la NATURA che presenterà il conto a questi “ PRENDITORI SENZA SCRUPOLI “ che incuranti delle bellezze naturali e guardando solo i propri interessi deturpano il paesaggio e deteriorano l’habitat naturale sull’arenile modificandone di fatto l’equilibrio che si crea e si mantiene autonomamente . Solo un evento come UNO TSUNAMI potrebbe rendere loro “ IL PAN PER FOCACCIA” “.

  • se sono vere tali affermazioni,ritengo che coloro che hanno autorizzato tale scempio dovranno dare spiegazioni molto convicenti,perche' non credo che una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e ricadente in un'area di interesse naturalistico e non per ultimo facente parte di un parco naturale,possa essere sottoposta a tale orrore.

  • Sarà la NATURA che presenterà il conto a questi “ PRENDITORI SENZA SCRUPOLI “ che incuranti delle bellezze naturali e guardando solo i propri interessi deturpano il paesaggio e deteriorano l’habitat naturale sull’arenile modificandone di fatto l’equilibrio che si crea e si mantiene autonomamente . Solo un evento come UNO TSUNAMI potrebbe rendere loro “ IL PAN PER FOCACCIA”.

  • Buongiorno a tutti. questa mia la dedico al dott. Mauro Della VALLE RAPPRESENTANTE DEI BALNEARI DI GALLIPOLI. Gentilissimo Dott. Mauro senza polemica con nessuno desidero esprimere un mio desiderio un confronto con LEI per fare alcuni chiarimenti in merito alla gestione dei demani balneari della città. Ogni anno a fine stagione avvengono cose a dir poco "turche", costruzioni di finte baracche dove rimangono oso dire eterne, accumoli di sabbia e non si capisce il perché e dove finisca questa sabbia creata dalla natura,spianamento di scogli con cemento per poi mettere sdraio e ombrelloni, insomma di tutto e di piu'. LEI giustificando questi fatti li ritiene del tutto autorizzati, mentre il sottoscritto non riesce a capire come mai avvengono controlli mentre tutto è in "REGOLA". A tutto ciò desidero fare delle mie considerazioni. Si dice che l'erario corrisposto verso le casse comunali sia a dir poco irisorio,tutti sappiamo i lauti guadagni dei detentori dei demani. Personalmente consapevole che LEI non è d'accordo darei i demani a rotazione con un contratto di anni 5-10 ai giovani disoccupati della città,magari a conduzione familiare. Non solo darei queste concessioni a coloro che amano l'ambiente,la città con severi controlli annuali. MI VIEN VOGLIA DI DIRE MA DOVE STA LEGAMBIENTE di GALLIPOLI? Ma stendiamo un pietoso velo anche su questi. Ecco mi fermo dott MAURO avrei altro da aggiungere anche sul trattamento dei lavoratori impegnati nella stagione, ma il discorso sarebbe lungo. So benissimo che LEI leggerà queste mie considerazioni,non so, farà orecchio da "mercante"? Un cordiale saluto Orlando Arturo.

    • Sig. Arturo, le risposte alle sue domande che peraltro noi tutti ci poniamo, è nelle numerose foto (peraltro pubblicate dai media) del sig. Minerva in compagnia dei balneari e dei ristoratori. In altro mio intervento ho messo in evidenza che di tale personaggio non ci sono foto con comuni cittadini, siano essi disoccupati, operai, pescatori o piccoli imprenditori in altri campi dell'imprenditoria che non siano balneari o ristoratori.(alla sua elezione urlo' ai 4 venti che sarebbe stato il sindaco di tutti..... tse... tse ...tse ....)Un posto al sole anche per lega ambiente che di codesto nome altisonante si fregia pur non espletando le funzioni percui è stata creata. Caro amico Arturo, non dovrebbero essere gli organi preposti con a capo il sindaco a vigilare il territorio? non dovrebbe essere il sindaco nella sua onesta' intellettuale a denunciare alla magistratura gli illeciti e le verifiche documentali di eventuali concessioni e di chi le ha rilasciate? Il sig. Della Valle non fa altro che tirare l'acqua al suo mulino con le concessioni piu' o meno legali.La magistratura dovrebbe verificare se la legalita' è presente negli organi istituzionali gallipolini. Lei sig. Arturo potrebbe far conoscere questo malcontento imperante nella popolazione a quella persona ambigua che è il ns attuale sindaco. Un caro saluto a Lei sig. Arturo con l'augurio di serene festivita'.

        • GENT. VERITAS buongiorno e le giungano affettuosi auguri per le festività, siano esse di salute e felicità. Sono amaramente al corrente di ciò che ha pubblicato,ho già espresso il mio personale dissenso anche se poco conta. Personalmente a Legambiente locale fosse dipeso dal sottoscritto un bel nulla avrei devoluto, convinto che altrettanto ben nulla fanno per GALLIPOLI se non essere i padroni dell'isola S. ANDREA. Di nuovo tanti auguri.

      • Carissimo Amico Speedfy ricambio di cuore gli auguri siano essi di salute e felicità. Ai suoi legittimi interrogativi che mi pone non ho nulla da obittare. Prova ne è la mia lettera aperta al dott. Muro Della Valle di cui non ho avuto risposta,cosa che mi aspettavo francamente. Sulla situazione nella nostra amata e martoriata terra debbo purtroppo ribadire che le regole della democrazia a volte sono anche amare. Non dobbiamo dimenticare le ultime elezioni amministrative, il modo con cui si e svolta la campagna elettorale con metodiche tutti sappiamo, con presenze ambigue nella politica,e il modo becero con cui si e chiesto il voto, con il cappello in mano, elemosinando il voto con lusinghe e promesse, da parte di molti. Senza dimenticare pranzi, pranzetti, schede telefoniche e di emittenti televisive. Personalmente non mi arrendo nel manifestare il mio dissenso a questi metodi, continuo la mia personale battaglia consapevole di continue avvisaglie anche personali. Cambierà? non lo so,di fatto i nostri concittadini (NON TUTTI) si devono abituare nel dare il voto di opinione senza promesse e regalie varie. Sui potenti della città che stanno dietro le quinte facendo i pupari,mi riferisco a quella pseuda "borghesia" con forti interessi credo sia ora che si facciano un esame di coscienza su come hanno ridotto la città e le nostre coste. Un caro e cordiale saluto. Orlando Arturo.

        • Sig. Arturo è stato alquanto chiaro nell'esprimere il concetto che le persone argute e perspicaci possono leggere tra le righe da Lei scritte ...:-) :-)

    • ...sig.Arturo , lo sa che il Sig. Della Valle comunque e' in conflitto di interessi essendo lui stesso gestore di un lido balneare e quindi di una concessione , per fortuna sul versante adriatico del salento!!! Chi vuole che difenda ??????

  • Buongiorno leggo con molto stupore le dichiarazioni del sig. Della valle, ma non rimango perplesso dalla sua risposta. Ma vorrei chiederle una cosa per lei e tutto lecito? Ciò che la legge vieta? Mai possibile che questi signori ormai padroni di mezza città siano autorizzati a fare ciò che gli piace? Dove sono le istituzioni? Dove sono i controlli previsti senza inciucio? Dovrebbero togliere la concessione senza possibilità di restituzione ricorso TAR compreso.

  • ...e intanto l'avvio del progetto di 'attuazione del piano coste' deliberato, autorizzato e finanziato che tra l'altro prevede la dismissione del tratto di strada prospicente ai lidi in questione e che doveva iniziare il 1 ottobre .....'CHI L'HA VISTO' !!!!!!!

    • Scusa ma... secondo te veramente esiste la remota ipotesi che si dismetta quella strada? Quella lingua di asfalto che ha trasformato pezzenti in miliardari? E dimmi, a dare l'avvio a questa incredibile opera, dovrebbe essere proprio l'amministrazione di Minerva? Per rimanere in tema di trasmissioni improbabili, sembra una puntata di "Ai confini della realtà"!

      • VEDREMO e per il sindaco 'QUI SI PARRA' LA SUA NOBITATE...' e i suoi '.cog. ...ni' !!!!!!

  • ...tutto quello che succede sul litorale di gallipoli e' sempre nel rispetto di norme e autorizzazioni !!! Guarda caso......!!

  • Buonasera a tutti.Non so se il dott. Della Valle leggerà queste mie considerazioni. Chiedendo, e chiedendomi se tutto era in regola, come mai il sopralluogo degli organi competenti? Allora anche la spianatura di alcuni scogli fatta questa estate era tutto in regola?

Notizie di oggi

  • Politica

    Election day, l'affluenza alle 12: in calo il dato delle comunali leccesi

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Politica

    Mercatone Uno, fallisce la società. Dramma occupazionale per 123 famiglie

  • Incidenti stradali

    Collisione con handbike, disabile ferito e autista positivo alla cannabis

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento