“Invasione” di acquascooter in mare: ma in sella ci saranno gli agenti

Gli agenti pattuglieranno le fasce costiere fino a 500 miglia, per eventuali soccorsi, controlli e anche attività di polizia giudiziaria

I poliziotti della squadra nautica

LECCE – Le acque del Salento saranno “invase” da acquascooter. Nessuna paura, si tratta soltanto di maggiore sicurezza Arrivano, infatti, i mezzi acquatici della polizia, per presidiare gli specchi d’acqua antistanti le spiagge dello Ionio e del Mar Adriatico.

Saranno utilizzati per la prima i mezzi nautici degli agenti, in grado di operare entro un miglio marino dalla costa. Sono destinati al controllo del territorio, alla polizia di prossimità, ai servizi di ordine pubblico, alle scorte ed alla tutela ma anche ai servizi di polizia giudiziaria nella fascia costiera fino a 500 miglia.

Oltre all’attività investigativa, i mezzi acquatici saranno impiegati anche  nel controllo dei bagnanti e nel controllo delle imbarcazioni. Ma, un utilizzo ancora più importante, sarà l’attività di soccorso in mare ai cittadini in difficoltà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Spaccio e furto, coppia nei guai. Lei si finge incinta per evitare il carcere

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

Torna su
LeccePrima è in caricamento