Adescò bimba undicenne via Facebook. Condannato a due anni

Gianpaolo Giannone, 30enne, leccese, domiciliato a Forli, era già in carcere per un altro reato. S'è difeso in giudizio sostenendo di non sapere quale fosse la vera età della ragazzina, che in foto sarebbe apparsa più grande

@TM News/Infophoto

FORLI’ – Avrebbe adescato su Facebook una bimba di soli 11 anni di Cervia, sul litorale ravennate. Ma, al momento dell’appuntamento, invece della bimba, ha trovato i carabinieri. Gianpaolo Giannone, 30enne, leccese, domiciliato a Forli, è stato condannato in rito abbreviato dal gup Antonella Guidomei a due anni e due mesi di reclusione, contro i tre anni chiesti dalla Procura. L’imputazione: per tentati atti sessuali con minorenne. La notizia è riportata dall’Ansa.

Giannone, difeso dall'avvocato Erica Appi, avrebbe sostenuto di avere desistito dal suo proposito prima di arrivare all' incontro e, comunque, di ignorare l’età della persona conosciuta su Internet. A suo avviso, foto apparsa nel profilo, sarebbe apparsa molto più grande. Da qui, i messaggi di posta con chiare allusioni sessuali, fino ad arrivare ad una richiesta di un incontro a Cannuzzo di Cervia.

La vicenda non passò inosservata ai genitori dell’undicenne, che avvertirono i carabinieri.

Il 30enne si trova già in carcere a Forlì, fin da metà settembre a causa di un vecchio precedente per furto aggravato di bicicletta passato in giudicato. Per la vicenda del tentato adescamento fu invece sottoposto a fermo di polizia giudiziaria il 29 agosto del 2011. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

  • Violento scontro fra auto: un uomo d’urgenza in ospedale con un trauma alla schiena

Torna su
LeccePrima è in caricamento