Affitta scooter ai turisti: ed ecco 4mila euro di multe

Singolare vicenda di un commerciante di Gallipoli: recapitati oltre 50 verbali per le infrazioni al varco elettronico del centro storico attivo nel periodo estivo. Ma forse le multe sono da annullare

Entro nel centro storico di Gallipoli, a bordo di uno scooter noleggiato a Lido San Giovanni, a Ferragosto e becco una bella multa, di oltre 80 euro, a Natale. Che bel "regalo" natalizio per l'appunto, non c'è che dire. Soprattutto quando la multa non è poi una soltanto, ma se ne contano poco più di una cinquantina. Una semplificazione approssimativa per raccontare la singolare vicenda che vede sfortunato protagonista un 55enne noleggiatore gallipolino. Che ironia della sorte non è mai stato, ovviamente, alla guida dei mezzi "vittime" delle contravvenzioni elevate dal Comando di Polizia municipale. Ma andiamo con ordine. Le multe in questione sono quelle relative alle infrazioni al Codice della strada legate al superamento del varco elettronico che nel periodo estivo sorveglia e disciplina l'accesso alla città vecchia, riservato solo ai residenti e ai relativi mezzi autorizzati.

Mezzi autorizzati tra i quali non rientrano le auto e soprattutto scooter e ciclomotori, che Corrado Picciolo, originario di Taviano, ma da anni residente e operante nella città bella, come ogni estate mette a disposizione di turisti e villeggianti nel suo punto noleggio nel parcheggio della zona di Lido San Giovanni. Tant'é che lo stesso operatore non manca di raccomandare ai suo clienti di fare attenzione a non oltrepassare il ponte seicentesco che conduce nel centro storico gallipolino, proprio per non incorrere nella contravvenzione. "Avvertimento caduto evidentemente nel vuoto" racconta Corrado mentre con aria sconsolata e rassegnata fa rifornimento nella stazione di servizio Tamoil della zona di Lido San Giovanni, "ed ecco, questo è il risultato. Un bel malloppo di multe ovviamente recapitate al sottoscritto in quanto risulto io il proprietario dei mezzi e non certo i conducenti che questa estate, nonostante li abbia a più riprese messi in guardia e invitati a non entrare nella città vecchia al momento della locazione delle auto o degli scooter, hanno ugualmente oltrepassato incuranti il varco elettronico. A qualcuno residente in zona ho anche cercato di far presente l'accaduto invitandolo a farsi carico della multa, ma senza risultato. E ora mi ritrovo con oltre quattromila euro di sanzioni sul groppone.....".

Infatti mentre nelle passate stagioni il danno causato dagli incauti noleggiatori era circoscritto ad una, massimo due multe, quest'anno per Corrado Picciolo si parla di un piccolo faldone di oltre una cinquantina di verbali. Che tenendo conto che ogni singola multa per l'infrazione al varco elettronico del centro storico ammonta a 84,11 euro comprensivi di spese postali ed accertamento, il calcolo è bello e fatto. Analizzando la situazione c'è da rilevare che anche il Comune di Gallipoli per sopperire alla mole di lavoro del Comando di polizia municipale e del servizio di notifica dei messi comunali, ha affidato alla ditta esterna Sapidata S.A. di San Marino, il compito di elaborazione e spedizione dei verbali per il servizio del "televarco" (tant'è che in data 31 ottobre e 29 novembre scorsi il Comune ha provveduto a liquidare alla stessa ditta le relative fatture per i due servizi). Circostanza che richiama una recente sentenza del giudice di pace di Nocera Inferiore che ribadisce (in sintesi) un orientamento della Suprema corte sulle contravvenzioni "seriali" adottate dagli enti locali per mezzo di autovelox, photored e varchi elettronici: "Le multe notificate a mezzo di società terze sono da annullare". E come per altro evidenziato da Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento tematico nazionale tutela del consumatore dell'Italia dei Valori in quel di Lecce. E il noleggiatore gallipolino può tornare a sperare...

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento