Agente della penitenziaria salva detenuto: stava tentando d'impiccarsi

E' successo ieri sera nel carcere di Borgo San Nicola, a Lecce. L'Osapp plaude al collega e chiede un riconoscimento formale

Lecce - Un assistente capo di polizia penitenziaria del reparto infermeria, lato C, ha evitato che si consumasse l’ennesimo suicidio in carcere. A Borgo San Nicola altri casi del genere si sono verificati di recente. L’ultimo, proprio a dicembre, e anche in quel frangente era stato quanto mai tempestivo l’intervento degli agenti in servizio.

Il detenuto in questione ha tentato ieri sera di mettere in atto l’insano gesto, approfittando dell’ora d’aria degli altri reclusi e del fatto che gli stessi poliziotti fossero impegnati nelle operazioni che accompagnano questo momento della giornata. Fortunatamente, l’assistente capo s’è accorto del tentativo d’impiccagione e ha bloccato l’uomo.

La notizia è stata diffusa in una nota stampa da Ruggiero Damato, vice segretario regionale e portavoce del sindacato di polizia penitenziaria Osapp, che plaude alla prontezza del collega e di tutto il reparto,  auspicando un riconoscimento formale. Tutto questo, rimarcando gli annosi problemi degli agenti: turni massacranti e carenza cronica di personale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento