Aggredisce gli agenti durante un controllo in treno: condannato nigeriano

Processo per direttissima per il 33enne arrestato martedì scorso per minacce, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale

LECCE – Processo per direttissima per Igbinedion Sunday, nigeriano di 33 anni, arrestato martedì scorso dagli agenti della polizia ferroviaria impegnati in un servizio di scorta dei viaggiatori a bordo di un treno regionale che percorre la tratta Bari-Lecce. Il 33enne è stato condannato a 2 anni e tre mesi per minacce, lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. Il giudice Silvia Minerva ha anche disposto l’espulsione dall’Italia.

Il nigeriano, che dal controllo della banca dati interforze è risultato un soggetto noto alle forze dell’ordine, alla richiesta dei documenti d’identità, ha reagito con violenza, aggredendo fisicamente gli agenti della Polfer, con i quali ha ingaggiato una violenta colluttazione, inveendo con ingiurie e minacce.

Gli agenti sono riusciti alla fine a bloccare l’uomo, anche grazie all’aiuto di alcuni passeggeri presenti sul treno, riportandolo alla calma e procedendo, poi, al suo arresto con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, minacce e danneggiamento. I due agenti sono stati in seguito medicati presso l’ospedale “Vito Fazzi”. Il nigeriano è stato condotto in carcere.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • doveva essere pena esemplare...... pena che faccia riflettere stando in una cella..... per lui e per altri..... ad espiata pena, il primo volo, ritorno a casa propria.... con il divieto di mettere piede nella comunità europea.....in eterno.......

  • Perfetto. La giustizia ha funzionato. Però spiegatemi perché il 28enne del posto ad Otranto il giorno di Pasquetta, che ha fatto le stesse cose, mandando all'ospedale 2 agenti, non è stato ne' arrestato, ne' condannato, ma solo denunciato ed ora è libero come una farfalla? Grazie. Leggete l'articolo qui sotto tra " I più letti della settimana" : "Fermato sul lungomare prende a botte i due poliziotti".

  • Speriamo che non facciano come "Igor", ossia che questo violento non sia espulso "sulla fiducia"...

  • Piano...piano si stanno integrando...........aveva ragione la boldrini............

    • infatti è vero. Si stanno adeguando ai Salentini. Tipo il delinquente che ha aggredito 2 agenti durante un controllo, o quello prima a pasquetta. tutto il mondo è paese, un criminale è un criminale. e noi certo non possiamo insegnare nulla a nessuno. Abbiamo gia i nostri.

      • Infatti, proprio perché ne abbiamo già tanti dei nostri, non c'era proprio bisogno di importare altri delinquenti dall'Africa!!! Forse questo concetto è difficile da comprendere. Vero sig. Cesare?

Notizie di oggi

  • Attualità

    Papa Francesco sulla tomba di don Tonino Bello: “Al primo posto la dignità del lavoratore”

  • Attualità

    Circa 13mila fedeli all’alba: quando il piano sicurezza e l’organizzazione funzionano

  • Attualità

    Bandiere, striscioni e palloncini: “invasione” di bambini e ragazzi ad Alessano

  • Incidenti stradali

    Autista di pullman pieno di studenti viene colto da malore: collisioni a catena

I più letti della settimana

  • Autista di pullman pieno di studenti viene colto da malore: collisioni a catena

  • Esplosione dentro il vecchio hotel comprato all'asta. Sventrate le pareti: è inagibile

  • Spari nel centro abitato di Surbo: cinque colpi sull'auto di una donna

  • Doppio assalto all'Aci, scacco alla banda: quattro arresti all'alba

  • L'inseguimento diventa scorta in ospedale: nell'auto un uomo in arresto cardiaco

  • Accusato di omicidio stradale un 39enne: nell'impatto morto ex sindaco

Torna su
LeccePrima è in caricamento