Ai domiciliari viola continuamente gli obblighi, 24enne torna in carcere

Era stato arrestato ad aprile per aver aggredito e derubato un concittadino. Il gip ha aggravato la misura cautelare nei suoi confronti

LECCE – Nuovi guai per Giovanni Negro, 24enne di Surbo arrestato ad aprile scorso per aver prima minacciato con un cacciavite di grosse dimensioni e poi colpito con alcuni pugni un 21enne di Surbo, impossessandosi della sua autovettura, una Fiat Panda, dileguandosi per le vie cittadine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il 24enne si sono nuovamente aperte le porte del carcere dopo che i carabinieri gli hanno notificato un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare, emessa dal gip tribunale lecce, con la quale gli arresti domiciliari sono stati sostituiti con la custodia in carcere. A motivare la decisione le reiterate violazioni degli obblighi imposti. Negro è stato arrestato ed espletate formalità di rito, associato presso la casa circondariale di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento