Al via il progetto della Prefettura per l’inclusione delle minoranze

Avviati i lavori di presentazione del progetto finanziato con risorse del Pon sicurezza, denominato Com.In.Rom e finalizzato alla formazione degli operatori pubblici e privati sul tema delle politiche di inclusione delle minoranze

LECCE - “È necessario sradicare l’atavico sentimento di avversione verso chi è diverso e continuare a costruire quei ponti di dialogo ed integrazione che conducono alla serena convivenza ed alla crescita del territorio”. Con queste parole il Prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta, ha dato avvio ai lavori di presentazione del progetto, finanziato con risorse del Pon sicurezzaobiettivo convergenza 2007-2013, denominato Com.In.Rom e finalizzato alla formazione degli operatori pubblici e privati sul tema delle politiche di inclusione delle minoranze Rom.

Il progetto è stato promosso dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione – direzione centrale per i diritti civili, la cittadinanza e le minoranze (Area V – Minoranze storiche e nuove minoranze). Sono intervenuti, oltre ai destinatari del corso, il Presidente della Provincia Antonio Gabellone, il consigliere comunale di Lecce, Roberto Martella, il Procuratore della Repubblica presso il tribunale dei minori Maria Cristina Rizzo, il dirigente scolastico provinciale Marcella Rucco, il presidente dell’associazione nazionale Romanì, Nazzareno Guarnieri, i rappresentanti delle forze di polizia, i componenti del consiglio territoriale dell’immigrazione, i sindaci ed i commissari dei comuni capofila di ambito.

I vertici istituzionali presenti, dopo aver illustrato le iniziative avviate per una migliore integrazione della minoranza Rom presente sul territorio, hanno sottolineato la necessità di affinare la professionalità degli operatori per una  strategia complessiva comune che non disperda le risorse impiegate e finalizzi l’impegno in concreti obiettivi.

Il presidente Guarnieri ha espresso il proprio apprezzamento a nome della minoranza Rom, al Consorzio Nova Onlus, soggetto attuatore incaricato dal Ministero dell’Interno. In particolare, ha sottolineato l’efficacia della scelta organizzativa compiuta nel senso di individuare nella Comunità Rom alcuni dei docenti esperti che potranno arricchire i contenuti del corso ed esprimere essi stessi la possibilità di una reale integrazione. L’incontro è proseguito con la sessione formativa a cura del Direttore nazionale del progetto Gianpietro Losapio, Luigi Perrone dell’Università del Salento e il presidente Guarnieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

  • Rave nelle campagne, musica sparata per ore: sgomberati in circa 300

  • Molesta la barista e fugge, ma dopo un’ora ritorna e lo riconoscono

Torna su
LeccePrima è in caricamento