Dal 2014 la casa allacciata abusivamente alla rete elettrica: dentro anche droga

Un 30enne di Torre Rinalda, la marina leccese, ristretto ai domiciliari dopo un’ispezione delle forze dell’ordine

Foto di repertorio.

TORRE RINALDA (Lecce) – I carabinieri eseguono un controllo nella sua abitazione: trovano piccole dosi di droga e un allaccio abusivo alla rete elettrica sin dal 2014. Fabio Saracino, 30enne residente a Torr Rinalda, ha ricevuto la “visita “dei carabinieri. I militari della stazione di Surbo, assieme ai colleghi del Nucleo cinofilo di Modugno, lo hanno infatti arrestato dopo una perquisizione nell’abitazione della marina leccese.

Dal controllo, infatti, è emerso che il 30enne si era collegato con il servizio di erogazione di energia elettrica completamente a “scrocco”. SARACINO FABIO-2All’interno dell’appartamento, inoltre, sequestrati pochi grammi di hashish e marijuana. Saracino è stato ristretto ai domiciliari.

Nel corso della mattinata, inoltre, i militari di Alessano hanno invece fermato Sergio Ingoglia, un 43enne residente nella cittadina del basso Salento, con l’accusa di furto aggravato. Dovrà espiare una pena di due mesi e 20 giorni di reclusione, per il reato commesso nel novembre del 2009. È stato ristretto ai domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento