Altera la macchia mediterranea senza autorizzazioni: nei guai 46enne

Un uomo di Melendugno denunciato in stato di libertà dai carabinieri forestali di Otranto. Sequestrata l’area

Foto di repertorio.

MELENDUGNO – Un 46enne di Melendugno, P.G.N., denunciato dai carabinieri forestali di Otranto per aver realizzato opere non autorizzate su un’area sottoposta a vincolo paesaggistico. L’uomo è stato infatti accusato di aver alterato lo stato dei luoghi attraverso lo sradicamento e soppressione della tipica flora della macchia mediterranea.

All’interno di un terreno di proprietà, il 46enne avrebbe edificato su un’area di tremila metri quadrati, in totale assenza dei necessari pareri previsti dalla legge. Il tutto in un sito, tra il comune e la fascia costiera, molto delicato dal punto di vista naturalistico.

I militari dell’Arma hanno proceduto al sequestro preventivo dell’area, in attesa di ulteriori riscontri investigativi.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento