Altro mezzo portato via, è la "banda degli escavatori"?

Un escavatore per un valore di 50mila euro è stato rubato nella notte da un cantiere a Supersano ai danni di una ditta di Ruffano. E cresce il timore che nel Salento sia ritornata in azione una banda

Ritorna in azione a distanza di sole 24 ore la "banda degli escavatori". Dopo il maxi-colpo da 75mila euro nel deposito "Progetto ambiente bacino Lecce/2 srl, un altro furto di un grosso mezzo è stato eseguito nella notte appena trascorsa a Supersano ai danni di un'impresa di Ruffano. L'escavatore "Komatsu" di recente fabbricazione era rimasto incustodito all'interno di una zona in cui la ditta, intestata ad un 48enne di Ruffano, sta provvedendo ad effettuare alcuni lavori di bonifica.

Nella giornata di ieri, il cantiere è rimasto isolato perchè gli operai sono rimasti fermi e i ladri hanno avuto la strada spianata per puntare e portare via nella notte il grosso mezzo. Con ogni probabilità, nella notte, l'escavatore è stato caricato su un camion per poi spiccare il volo. Indagini affidate ai carabinieri di Casarano, guidati dal capitano Dario Vigliotta. Il mezzo non sarebbe coperto da assicurazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento