Ammanchi dai conti dei turisti: indagati il titolare e il dipendente di un hotel

L’inchiesta avviata dai carabinieri dopo la denuncia di venti clienti che, dopo aver trascorso le vacanze in un albergo nella marina di Salve, si sono visti addebitare ulteriori somme di denaro per complessivi 15mila euro

SALVE - E’ costata molto più del previsto la vacanza in Salento per decine di turisti che dopo aver soggiornato in un hotel nella marina di Salve si sono visti addebitare ulteriori somme di denaro. Così, il viaggio per i forestieri è terminato nelle caserme dei carabinieri nei luoghi di residenza. Le loro denunce sono poi state trasmesse a Lecce e sono arrivate sulla scrivania del pubblico ministero Paola Guglielmi. Il magistrato ha aperto un fascicolo d’inchiesta, ipotizzando il reato di frode informatica nei riguardi di due persone: il proprietario della struttura ricettiva M.D.G., 46 anni originario di Morciano di Leuca, e l’addetto alla reception F.C., 45, originario di Scorrano.

Le indagini condotte con i carabinieri di Salve muovono i primi passi e sono finalizzate a chiarire eventuali responsabilità o complicità tra i due indagati. Nelle settimane scorse, i militari hanno proceduto al sequestro dei supporti informatici che sarebbero stati utilizzati per compiere gli abusi e rispetto ai quali ora è in corso una consulenza tecnica.

Certo è che i clienti raccontano di aver prenotato il soggiorno su un noto sito web, comunicando il numero e il codice di sicurezza della carta di credito e che, ritornati a casa, si sarebbero accorti di addebiti fraudolenti. Alcuni di loro avrebbero anche contattato la struttura per chiedere spiegazioni, ottenendo come risposta che si trattava di errori riconducibili al Pos dell’albergo e che gli importi sarebbero stati stornati, cosa che tuttavia non sarebbe avvenuta.

Nella trappola sarebbero cadute almeno venti persone, tre delle quali, tra settembre e novembre del 2017, le altre, soprattutto nella scorsa stagione estiva. Secondo i primi conteggi svolti dagli investigatori, sarebbero state sottratte illecitamente somme per complessivi 15mila euro.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento