Anche Porto Cesareo vuole la fermata dell'airbus

Il sindaco Foscarini non comprende l'esclusione del comune dal servizio di trasporti che la Regione inaugurerà domani. E parla di grave danno per gli operatori turistici e le strutture ricettive

Anche Porto Cesareo vuole la fermata nell'ambito del servizio PugliaAirbus che collega le principali località turistiche con gli scali aeroportuali della regione. Il progetto, che sarà avviato domani, consentirà ai passeggeri che atterrano nell'aeroporto di Brindisi "Papola Casale" di utilizzare gli airbus per Ostuni e Fasano. E da Bari Palese, gli airbus che giungeranno nell'aeroporto di Brindisi, proseguiranno verso il Sud Salento, toccando il "City terminal" di Lecce e proseguendo per Torre dell'Orso, Otranto, Santa Maria di Leuca e Gallipoli (www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=2435).

"Non sono riuscito ancora oggi a comprendere, a tre giorni di distanza dalla nota stampa delle società che gestiscono i collegamenti, come si sia potuto escludere Porto Cesareo, con grave danno per i suoi operatori turistici e per la tante strutture ricettive comprese nei ben 27 chilometri di costa ricadenti nel territorio, dai collegamenti con le aerostazioni pugliesi. Spero - aggiunge - pur non nascondendo tutta la mia delusione, che si tratti di una prima soluzione alla quale ben presto gli organi competenti e la Regione Puglia sapranno porre adeguato rimedio, attraverso una reale copertura ed un collegamento veloce, con quelle località che presentano flussi turistici notevoli e strutture ricettive (alberghi e villaggi turistici) numerosi e la cui portata è considerevole per lo sviluppo sostenibile del turismo regionale".

Foscarini propone una soluzione: "Si tratta di completare il tragitto delle navette di PugliaAirbus, inserendo nel collegamento Bari-Gallipoli e Brindisi-Gallipoli, la tappa intermedia di Porto Cesareo, allungando il tragitto di pochi chilometri e di una decina di minuti. Solo qualche giorno addietro ho evidenziato in una nostra nota stampa, che la priorità fondamentale di tanti comuni rivieraschi pugliesi è di mettere a sistema entro tempi brevi, l'intero territorio attraverso un'azione strategico in materia di trasporti veloci. L'obiettivo quindi, come prevedono gli accordi sanciti dalle Province di Brindisi e Lecce, è quello di unire lo Jonio all'Adriatrico e da questo concetto Porto Cesareo, una località che d'estate conta oltre 100.000 presenze, non può certo restare esclusa".

Va ricordato che la fruizione del servizio è riservata ai viaggiatori muniti di biglietto o di prenotazione aerea in arrivo/partenza dagli aeroporti pugliesi. La prenotazione si effettua solo on line sul sito http://pugliairbus.aeroportidipuglia.it dove ci sono orari e fermate. In alternativa, è possibile verificare la disponibilità dei posti rivolgendosi al conducente del bus navetta. Il servizio stagionale è attivo dal 2 luglio al 15 settembre 2007 con frequenza dal lunedì al sabato.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento