Anche Torre Chianca sarà presto gestita dal Comune

Dopo Torre Lapillo anche Torre Chianca si appresta alla gestione diretta da parte del Comune. La Capitaneria di porto, a cui appartiene la struttura, ha avviato la procedura di consegna

Torre Chianca-2
Dopo Torre Lapillo anche Torre Chianca si appresta alla gestione diretta da parte del Comune di Porto Cesareo. La Capitaneria di porto, a cui appartiene la struttura, ha infatti autorizzato l'avvio del procedimento di consegna del bene di valore storico architettonico in favore dell'amministrazione comunale.

"La consegna della struttura - tiene e precisare la Capitaneria - viene effettuata solo ed esclusivamente per gli scopi messi in evidenza dalla amministrazione di Porto Cesareo, incentrati sullo sviluppo del territorio per la valorizzazione delle circostanti peculiarità ambientali. Tutto questo nella logica del conseguimento dell'obiettivo dell'educazione e della massima sensibilità nei confronti dell'ambiente, anche quale passo necessario per una consapevole ed efficace azione di prevenzione di comportamenti illeciti, che spesso trovano proprio nell'ignoranza dei danni derivanti da condotte irrispettose dell'ambiente, la relativa genesi e proliferazione".

Proprio in tale ottica, la Capitaneria ha auspicato l'utilizzazione di "Torre Chianca" anche come sede di museo. Il Comune di Porto Cesareo, nel frattempo, attraverso il centro d'educazione ambientale di Porto Cesareo (CEA), ha affidato Torre Lapillo al coordinamento delle associazioni ambientaliste.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento