Si accascia sugli scogli durante la pesca. Stroncato da un infarto 58enne

Un uomo di Ugento è spirato nel pomeriggio, sugli scogli tra Torre Pali e Lido Marini. E’ stato notato da alcuni bagnanti quando era ormai troppo tardi: il 58enne, cardiopatico, er orami deceduto. Sul posto, oltre al 118, anche i carabinieri della compagnia di Tricase

Foto di repertorio

TORRE PALI (Salve) – Si trovava sugli scogli a pesca di polpi, quando è rimasto stroncato da un infarto. Ancora una tragedia in una località di mare è avvenuta intorno alle 17,30 tra  Torre Pali e Lido Marini, la marina di Salve. Francesco Brogna, 58enne di Ugento, è morto a seguito di un arresto cardiaco che non gli ha lasciato scampo.

Alcuni bagnanti lo hanno notato con il corpo riverso sulle pietre, e hanno allertato i sanitari del 118. All’arrivo dell’autoambulanza, il 58enne non respirava ormai più. Già in passato, l’uomo, cardiopatico, era stato vittima di altri attacchi simili. L’ultimo, quello del pomeriggio, è stato però fatale.

La salma dell’uomo è stata riconsegnata ai famigliari, ancora sotto choc per un pomeriggio di relax trasformatosi in incubo. Sul posto dell’accaduto, anche i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase, assieme ai colleghi della stazione di Salve

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento