Dai messapi all'età moderna, lo splendore di Lecce nei video del Living Lab

Venerdì 18 settembre è in programma l'apertura del Dicet-Living Lab presso il Museo Storico di Lecce: un ambiente dedicato alla fruizione della città dove possono confluire i contenuti digitali sviluppati da coloro che vogliono contribuire alla valorizzazione del patrimonio culturale salentino

Teatro Romano.

LECCE - Ammirare Lecce come non è stato mai possibile fare. Grazie alle ricostruzioni digitali turisti e salentini potranno immergersi nella storia della città, dall'epoca messapica fino a quella moderna.

Venerdì 18 settembre, alle 19, è in programma l'apertura del Dicet-Living Lab presso il Museo Storico di Lecce: un ambiente dedicato alla fruizione della città grazie alle tecnologie realizzate dalla Engineering Spa, dell'Information Technolgies Lab dell'Ibam-Cnr di Lecce, del dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione di Lecce, di Expert System, di Open 1, con la collaborazione del Comune di Lecce. 

Una della caratteristiche del laboratorio multimediale è che è stato concepito come uno spazio aperto dove possono confluire i contenuti e le applicazioni digitali sviluppate da coloro che vogliono contribuire alla valorizzazione del patrimonio culturale salentino. All'inaugurazione parteciperanno, tra gli altri, il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, l'assessore all'Innovazione tecnologica Alessandro Delli Noci e il responsabile scientifico del progetto Dicet, Luca Mainetti.

(Guarda il trailer di Lecce in età romana)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

Torna su
LeccePrima è in caricamento