Apre Serra Coelimanna, un'oasi nel cuore del Salento

Giovedì avverrà l'inaugurazione presso località Bosco della Serra del Mucurone, sulla Strada Provinciale Supersano-Casarano. Un nuovo parco con centro visite per riscoprire la natura e ritemprarsi

coeli
Aprirà ufficialmente i battenti il prossimo 2 ottobre, alle 16, presso la località Bosco della Serra del Mucurone sulla Strada Provinciale Supersano - Casarano, il Parco Naturalistico e Centro Visite della Serra di Coelimanna. L'inaugurazione dell'oasi sarà affidata al Comune di Supersano. Parteciperanno Paola Mauro, commissario straordinario Comune di Supersano Antonio Lia, presidente del Gal "Capo Santa Maria di Leuca", Francesco Bruni, presidente del consorzio dei Comuni "Terra dei due Mari", Marta Nicolì, biologa progettista e Rita Borrello, titolare della ditta esecutrice "Artetica". Nel corso della cerimonia sarà possibile visitare una mostra fotografica curata di Artetica sul valore naturalistico della Serra di Supersano collocata sul sagrato del Santuario della Beata Vergine Coelimanna.

Il progetto rientra negli interventi ai quale sono interessati i 17 Comuni dell'area Leader Plus: Acquarica del Capo, Cutrofiano, Giuggianello, Giurdignano, Minervino di Lecce, Otranto, Poggiardo, Ruffano, Salve, Sanarica, San Cassiano, Santa Cesarea Terme, Specchia, Supersano, Tricase, Ugento e Uggiano La Chiesa, componenti del Consorzio dei Comuni "Terra dei due mari", il quale ha individuato i beni del patrimonio architettonico-culturale ed ambientale, oggetto del cofinanziamento. L'intervento del Gal ha riguardato la valorizzazione di due vani collocati a valle dei percorsi storici (tratturi) esistenti lungo la Serra del "Mucurone", nei pressi della strada provinciale Supersano - Casarano, completando gli stessi antichi camminamenti e realizzando un'area attrezzata, nelle immediate vicinanze della Cripta e del Santuario della Beata Vergine Coelimanna, che si estende per circa 2mila metri quadri, che permetterà la sosta a coloro che andranno a percorrere questi antichi itinerari, al fine di ritemprarsi in un'area naturale dedicata al tempo libero, ai pic-nic, alle attività sportive nel contesto di salutari percorsi benessere.

L'intervento immateriale, con l'utilizzo di tecniche espositive avanzate, ha mirato ad agevolare la fruizione del Centro visite realizzato, grazie alla progettazione di materiale informativo con contenuti illustrativi ed esaustivi che evidenzia i singoli elementi che compongono il Parco Naturalistico con riferimento ad iniziative volte al rispetto dell'ambiente. Nelle sale del Centro è allestita la riproduzione di uno scorcio della pineta, con alcuni modelli degli animali che la vivono e colorate tavole didattiche, oltre al plastico del ciclo dell'acqua. Questi contenuti sono a disposizione del mondo scolastico, delle famiglie, dei turisti e gruppi che intendono approfondire le conoscenze sulla biodiversità della macchia mediterranea.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento