Tentato furto di gasolio nella ditta, i poliziotti bloccano due guardie giurate

Aradeo, vigilanti nei guai. Gli agenti hanno notato l'auto di servizio. Si sono avvicinati per supporto, ma hanno scoperto altro

ARADEO – Il furto di gasolio nella ditta? Lo stavano tentando due guardie giurate. “Pizzicate” dai poliziotti del commissariato di Galatina che si sono avvicinati a un’auto di servizio, pensando di andare in soccorso ai vigilanti nel corso di un’ispezione, per poi scoprire tutt’altro. In arresto sono così finiti Santo Nicola Colizzi, 58enne, e Alessandro Tramacere, di 35, di Aradeo, operatori del locale consorzio di vigilanza. Rispondono di tentato furto aggravato in concorso. Si trovano ai domiciliari.

Tutto è avvenuto nella notte. I poliziotti del commissariato stanno svolgendo in questo periodo un’attività  mirata di prevenzione disposta dal questore di Lecce, Leopoldo Laricchia. Pare che in provincia si stiano susseguendo furti ai danni di stazioni di servizio e depositi di carburanti, anche agricoli. Incolpare i gilet gialli francesi servirebbe a poco, e così si è pensato bene di monitorare con attenzione punti ritenuti sensibili. Ma mai, probabilmente, i poliziotti avrebbero pensato di sorprendere nel vivo due vigilanti.

Mentre una volante era di pattuglia nell’area artigianale di Aradeo, nei pressi di una ditta gli agenti si sono insospettiti, notando strani movimenti sul piazzale antistante. Vedendo un’ auto di servizio, utilizzata dalle guardie giurate del consorzio di vigilanza,  sostare nella parte di dietro, hanno pensato a un furto in atto e, quindi, a una loro ispezione. Ma, osservando meglio, è emerso ben altro. Fino a ipotizzare che fossero proprio le due guardie giurate a derubare l’immobile di gasolio.

Stando a quanto notato, uno dei due, utilizzando le chiavi in suo possesso per i consueti controlli,  con il volto coperto, avrebbe scavalcato il  muro di cinta, entrando nell’immobile e raggiungendo l’area dello stoccaggio di carburante. Ma, probabilmente non trovando gasolio nella quantità sperata, si sarebbe poi allontanato, raggiungendo il collega rimasto nell’auto di servizio.

Visto il travisamento e l’azione fulminea dello scavalcamento, gli agenti di polizia hanno subito fermato le due guardie giurate e perquisito l’auto di servizio. E dentro hanno trovato sei taniche di plastica contenenti residui di gasolio, un tubo in gomma, una scala d’alluminio, una pinza a pappagallo e una torcia frontale. Tutto sequestrato. E i due sono finiti in arresto. Considerato l'armamentario di cui disponevano, resta da capire se l'opera da parte dei due fosse sistematica. Per ora, rispondono solo dell'episodio per il quale sono stati colti in flagranza. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Arresti domiciliari per un po’ di gasolio. Poi prendono spacciatori con chili di droga e l’indomani sono liberi. Questa è l’Italia.

    • Un po' di gasolio rubato proprio da chi avrebbe invece dovuto difenderla quella ditta... è molto più grave di quello che pensi!

  • Si sono rovinati ....

  • Poveracci noi...in che mani siamo capitati...

  • ma porca miseria! io sono andato via dal salento e faccio lo stesso lavoro a Roma. ma voi che avete la fortuna di avere un lavoro a casa vostra lo perdete in questo modo ignobile? porto d'armi stracciato e ora andate a zappare (con tutto il rispetto per i contadini)

  • Cose che possono kkappare... nella vita.

    • No!!!! queste sono cose che "cappano" solo a chi non ha rispetto della legge. E in questo caso la cosa è gravissima perché gli attori sono proprio coloro che dovrebbero per legge difendere la proprietà. E' vergognoso che in una terra tanto avara di lavoro, ci si comporti in questo modo. Speriamo che coloro che prenderanno il posto di questi due signori si comportino correttamente, come fanno la stragrande maggioranza di Guardie giurate.

      • Il giudice del lavoro non li licenzierà mai, non vengono licenziati i furbetti del cartellino e adesso licenziano due persone per un po’ di gasolio?

  • A Lecce il gasolio lo fregano dalle auto poco alla volta ed in più occasioni a prescindere dallo sportellino rifornimento dell'auto chiuso elettricamente. Dopo aver messo il tappo con chiave al serbatoio la mia auto fa molti più chilometri a parità di costo rifornimento. . Nuovi lavoratori notturni italiani e stranieri da togliere dalla strada e da sbattere in galera.

  • Perdere un lavoro e la fiducia della gente per str......zate del genere. .... ..... ..... Mannaggiaaaa!!!!!! :(

Notizie di oggi

  • settimana

    L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Cronaca

    Morte sospetta di un detenuto salentino in Calabria: parte l’inchiesta. Due indagati

  • settimana

    A Lecce il numero uno della Tutela ambiente: riflettori su smaltimento dei pannelli e infiltrazioni mafiose

  • Cronaca

    Morte di Ivan Ciullo, nuova svolta. La procura riapre il caso per la terza volta

I più letti della settimana

  • Muore dopo aver messo al mondo il bimbo, aperta inchiesta per omicidio colposo

  • Li fanno accostare per un controllo e spuntano oltre 2 chili di marijuana

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Ricerche lampo dopo la rapina nel discount: presi durante l’inseguimento

  • Trenta bombe a mano sulla spiaggia: scoperta casuale dopo la mareggiata

  • Strada 275, colpo di sonno e finisce contro un furgone: in tre in ospedale

Torna su
LeccePrima è in caricamento