Armi, munizioni e droga: blitz in casa della polizia e scatta l'arresto

Valentino Nobile, di Giorgiliorio, è stato fermato dalla squadra mobile. Oltre a sostanze stupefacenti, trovate anche tre pistole e oltre un centinaio di cartucce. E' uno dei nomi della nota operazione "Speed Drug" del 2013

SURBO – Tre pistole, munizioni in quantità e sostanze stupefacenti. E per Valentino Nobile, 28enne di Giorgiliorio (frazione di Surbo), è scattato inevitabilmente l’arresto. A bloccarlo, dopo una perquisizione mirata, sono stati gli investigatori della squadra mobile di Lecce. Nobile è finito in carcere con le accuse di detenzione illegale di armi comuni da sparo e munizionamento e per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

A Nobile i poliziotti, che già lo conoscevano bene per i suoi trascorsi, sono risaliti grazie a un’attività info-investigativa. E ieri sera, durante un controllo, hanno rinvenuto una pistola semiautomatica Browning modello 1906, calibro 6,35, una pistola semiautomatica  Bernardelli modello 68, calibro 6,35 e un revolver scacciacani modificato calibro 38, perfettamente funzionante, più 103 cartucce di vario calibro.

Valentino Nobile-2-2Dentro casa i poliziotti hanno rinvenuto, inoltre, più di 150 grammi di marijuana, circa 4 grammi di cocaina, 20 grammi di hashish e due etti abbondanti di sostanza da taglio. Le indagini degli investigatori, ora, continuano, per risalire al giro illegale di armi e droga nel Salento e ricostruire nel dettaglio le frequentazioni di Nobile.

Il suo, peraltro, è un nome ben noto alle cronache, anche perché fu fra gli oltre quaranta arrestati nell'operazione “Speed Drug" che proprio la squadra mobile mise a segno nel marzo del 2013, proprio per un vasto giro di droga e armi, riguardante in particolare Lecce, Galatina e altri centri della provincia.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento