Ladri braccati dalla polizia: due arresti dopo la colluttazione

Intervento delle pattuglie della sezione volanti in via Corvaglia, nel rione Leuca: in manette due leccesi

Via Nacci, angolo via Corvaglia.

LECCE – L’inseguimento è durato poco, così come la colluttazione che ne è seguita, terminata con l’arresto dei due ladri accusati di furto aggravato, porto di arnesi atti allo scasso e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Sono entrambi leccesi, di 52 anni: si tratta di Paolo Olimpio e Fabio Martucci, fermati dagli agenti della sezione volanti ieri sera, poco dopo le 20. I poliziotti sono intervenuti con due pattuglie dopo una segnalazione giunta da via Corvaglia nella quale si riferiva dello scavalcamento di un cancello di un’abitazione da parte di due persone.

Gli agenti, giunti sul posto, si sono disposti in due punti diversi, perché l'immobile interessato si trova all’intersezione tra due vie: in via Nacci hanno iniziato a controllare scale e giardini, mentre una volante è rimasta in via Corvaglia, all’angolo con via Nizza.

Trascorso qualche minuto, sono stati visti due uomini, vestiti di nero, darsi a precipitosa fuga da una scala antincendio – al servizio di una palazzina nei pressi dell’immobile della segnalazione - alla quale si accede dal balcone corrispondente alla cucina di un appartamento: lì, si è appurato successivamente erano stati rubati oggetti in oro del valore di circa 500 euro dopo aver rotto il vetro della finestra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due sono stati inseguiti in via Abruzzi e fermati poi in via Dalmazia, dove comunque hanno cercato di sottrarsi alla cattura nascondendosi dietro le auto in sosta. Si sono arresi solo dopo aver ingaggiato una colluttazione che è costata a due agenti una serie di contusioni giudicate guaribili in dieci giorni. Olimpio ha anche cercato di disfarsi degli attrezzi– un cacciavite, una pinza, una torcia –, di un berretto, di un paio di guanti e di uno calzini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento