Arrestato con 6 chili di marijuana, 20enne patteggia e torna in libertà

Fermato nel piazzale dell'ex Foro Boario dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile. Due anni e sei mesi per lui con pena sospesa

LECCE – Ha patteggiato una condanna a 2 anni e mezzo di reclusione, pena sospesa, Victor Best Ewanfoh, 20enne nigeriano residente a Castrignano del Capo, arrestato a luglio scorso dai carabinieri perché trovato in possesso di 6 chili e 378 grammi di marijuana. La sentenza è stata emessa dal gip Antonia Martalò, dopo che il legale del 20enne, l’avvocato Stefano Stefanelli, ha concordato la pena con il pubblico ministero. Ewanfoh è tornato in libertà.

Il 20enne era stato fermato in piazzale Carmelo Bene (l’ex Foro Boario), terminal di bus del capoluogo salentino, all’ingresso della città. Era appena sceso da un pullman proveniente da Roma e non immaginava di finire nei controlli dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce. Nel borsone da viaggio non c’erano solo effetti personali, ma anche quattro voluminosi pacchi contenenti la droga.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come annaffiare le piante quando sei in vacanza

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

  • Morto Giovanni Semeraro, il patron che ha portato il Lecce dentro il calcio moderno

  • Due incidenti: un 18enne in codice rosso e una giovane incinta al "Fazzi"

Torna su
LeccePrima è in caricamento