Arrestato con 6 chili di marijuana, 20enne patteggia e torna in libertà

Fermato nel piazzale dell'ex Foro Boario dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile. Due anni e sei mesi per lui con pena sospesa

LECCE – Ha patteggiato una condanna a 2 anni e mezzo di reclusione, pena sospesa, Victor Best Ewanfoh, 20enne nigeriano residente a Castrignano del Capo, arrestato a luglio scorso dai carabinieri perché trovato in possesso di 6 chili e 378 grammi di marijuana. La sentenza è stata emessa dal gip Antonia Martalò, dopo che il legale del 20enne, l’avvocato Stefano Stefanelli, ha concordato la pena con il pubblico ministero. Ewanfoh è tornato in libertà.

Il 20enne era stato fermato in piazzale Carmelo Bene (l’ex Foro Boario), terminal di bus del capoluogo salentino, all’ingresso della città. Era appena sceso da un pullman proveniente da Roma e non immaginava di finire nei controlli dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce. Nel borsone da viaggio non c’erano solo effetti personali, ma anche quattro voluminosi pacchi contenenti la droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento