Arrestato con 6 chili di marijuana, 20enne patteggia e torna in libertà

Fermato nel piazzale dell'ex Foro Boario dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile. Due anni e sei mesi per lui con pena sospesa

LECCE – Ha patteggiato una condanna a 2 anni e mezzo di reclusione, pena sospesa, Victor Best Ewanfoh, 20enne nigeriano residente a Castrignano del Capo, arrestato a luglio scorso dai carabinieri perché trovato in possesso di 6 chili e 378 grammi di marijuana. La sentenza è stata emessa dal gip Antonia Martalò, dopo che il legale del 20enne, l’avvocato Stefano Stefanelli, ha concordato la pena con il pubblico ministero. Ewanfoh è tornato in libertà.

Il 20enne era stato fermato in piazzale Carmelo Bene (l’ex Foro Boario), terminal di bus del capoluogo salentino, all’ingresso della città. Era appena sceso da un pullman proveniente da Roma e non immaginava di finire nei controlli dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce. Nel borsone da viaggio non c’erano solo effetti personali, ma anche quattro voluminosi pacchi contenenti la droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Breve temporale, ma il fulmine si abbatte sulla casa: impianto elettrico fuori uso

Torna su
LeccePrima è in caricamento