Ruba un smartphone dentro l'ospedale, subito rintracciato e arrestato

Nei guai è finito un 40enne di Galatina. E' scappato da un ambulatorio con un telefono. La vittima ha chiamato la polizia

GALATINA – Gianluigi Renna, 40enne di Galatina, è stato arrestato questa mattina dagli agenti di polizia del commissariato locale. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, risponde di furto aggravato dalla destrezza. Ed è già il secondo reato che collezione in poco tempo, visto che era già stato denunciato nei giorni scorsi, per un furto in quel caso solo tentato.

La vicenda che l’ha visto protagonista, questa mattina, è avvenuta presso l’ospedale “Santa Caterina Novella”. Dopo essersi recato nel nosocomio, ha pensato bene di non uscirne a mani vuote, impossessandosi di uno smartphone all’interno di un ambulatorio, per poi darsi alla fuga.

Grazie alla descrizione fornita dalla vittima e grazie all’intuito dei poliziotti, l’uomo è stato rintracciato. Addosso aveva ancora lo smartphone. Sentito il pubblico ministero di turno, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Come detto, già nei giorni precedenti Renna si era fatto notare. Aveva tentato di rubare dentro un’autovettura parcheggiata in strada. Durante la perquisizione, gli agenti avevano trovato addosso anche un coltellino, per il cui possesso ingiustificato aveva subito un ulteriore deferimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento