Doveva restare ai domiciliari a Lecce, ma era era a spasso di notte a Baia Verde

Il commissariato di Gallipoli ha fermato un 25enne senegalese già finito più volte nei guai con l'accusa di spaccio di droga

GALLIPOLI – Nei guai per la terza volta in due mesi. E in questo caso, per un reato diverso dallo spaccio di sostanze stupefacenti: evasione. In carcere è finito Alex Diame, 25enne senegalese. Il quale, per quanto domiciliato a Lecce, è stato scoperto nella notte ad aggirarsi a Baia Verde, la nota località balneare di Gallipoli, che d’estate si trasforma nel tempio del divertimento giovanile.  

Diame è stato notato dai poliziotti di una volante del commissariato locale e fermato per un normale controllo. S’è scoperto così in breve che solo poche settimane prima era stato bloccato nel capoluogo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Proprio per quel motivo, era stato ristretto ai domiciliari. Ma in casa non c’è rimasto certo a lungo, visto che si è allontanato e ha raggiunto la riviera jonica, probabilmente saltando a bordo di un treno. Risultato anche irregolare in Italia, è stata attivata la procedura di espulsione.

Quella di Diame è una storia particolare. A fine giugno era stato fermato dai poliziotti delle volanti di Lecce nei pressi della stazione ferroviaria. Invano, nell’occasione, aveva tentato di nascondersi in un locale con distributori automatici di viale Oronzo Quarta, doveva aveva infilato in un vano un pacchetto di fazzoletti. Dentro, in realtà, c’erano 20 grammi di marijuana, suddivisi in sette dosi. Solo poco tempo prima, a maggio, il 25enne era stato denunciato a piede libero, sempre per spaccio. In quel caso, durante un controllo, era prima sfuggito, mollando lo zaino con dentro 22 grammi di marijuana, per poi essere rintracciato in un secondo momento in casa.

Ma non è tutto. Diame ha trascorsi che risalgono all’estate del 2018, quando era stato arrestato per ben due volte nel giro di poche settimane, guarda caso a Baia Verde, dove ieri notte l’hanno scovato per l’ennesima volta i poliziotti. A dicembre aveva poi patteggiato sei mesi.    

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento