Violano gli arresti domiciliari: in due trasferiti in carcere

Un 48enne di Taviano e un 36enne brindisino, domiciliato a Lecce, trasferiti a Borgo San Nicola

Foto di repertorio.

TAVIANO – In due violano i domiciliari e finiscono in carcere. Nella giornata di ieri, a Taviano, i carabinieri hanno infatti eseguito un’ordinanza di aggravamento dell’esecuzione di pena nei confronti di Fabio Nobile, un 48enne del posto, già ristretto ai domiciliari presso la sua casa. La misura è stata emessa dall’Ufficio di sorveglianza del Tribunale di Lecce.

Il provvedimento scaturisce dalla comunicazione all’autorità giudiziaria da parte dei militari dell’Arma. Nello specifico, lo scorso 21 luglio, intorno alle 19  è stato identificato fuori dalla propria abitazione: stava infatti conversando con alcuni individui estranei al proprio nucleo familiare. L’arrestato è stato così accompagnato a Borgo San Nicola.

Anche a Lecce una misura simile nei confronti di Cosimo Roppi, il 36enne brindisino noto alle cronache locali per diversi episodi: messo in prova ai servizi sociali, di recente è stato sorpreso con sette grammi di cocaina dai carabinieri della Sezione radiomobile della compagnia di Lecce. In quell’occasione è passato ai domiciliari fino a quando, nelle ultime ore,accusato di evasione, è stato trasferito in cella dagli stessi militari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento