Piombò in casa della ex compagna, poi le botte e i lividi: nuovi guai

Un 42enne di Nardò, già recluso nel carcere di Lecce, raggiunto da un nuovo provvedimento per un episodio del 25 novembre

Foto di repertorio.

NARDÒ – Nuovi guai per un 42enne di Nardò, già detenuto nell’istituto penitenziario di Lecce. Nella giornata di venerdì, i carabinieri della stazione locale lo hanno raggiunto per notificargli un’ordinanza di custodia cautelare in cella, emessa dal gip dal Tribunale di Lecce nei confronti di C.D.M. (omettiamo il nome per esteso a tutela della vittima, ndr).

 L’uomo, dopo aver danneggiato la porta di ingresso della ex, lo scorso 25 novembre, ha minacciato la donna provocandole lesioni alle due braccia,  lesioni sul corpo e un forte stato di ansia.

Anche a Lecce un 40enne nei guai: Ciro Annichiarico, di Grottaglie, è stato infatti arrestato dai carabinieri della stazione di Santa Rosa, su disposizione del Tribunale di Lecce. Il provvedimento è stato emesso per il reato di furto presso una comunità. Dai domiciliari, passa ora al carcere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Lecce, tre partite per spingersi oltre ogni previsione. Basta mugugni

  • Cronaca

    Sopralluogo dell'Enpa: trovati cani stipati dentro box fatiscenti

  • Cronaca

    Giovane ciclista morì dopo lo scontro con un’auto: un anno al conducente

  • Incidenti stradali

    Srada 275, colpo di sonno e finisce contro un furgone: in tre in ospedale

I più letti della settimana

  • Muore dopo aver messo al mondo il bimbo, aperta inchiesta per omicidio colposo

  • Li fanno accostare per un controllo e spuntano oltre 2 chili di marijuana

  • Ricerche lampo dopo la rapina nel discount: presi durante l’inseguimento

  • Trenta bombe a mano sulla spiaggia: scoperta casuale dopo la mareggiata

  • “Favori&Giustizia”, l’avvocatessa patteggia e si sfoga: “Ho subito un processo mediatico”

  • Tre arresti cardiaci dopo il parto. Giovane mamma salentina muore all’ospedale di Oderzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento