In casa pistole, oltre a 85 proiettili e bossoli: scattano le manette

Un 40ene di Copertino arrestato in flagranza di reato, a seguito di una perquisizione da parte dei carabinieri

Il materiale sequestrato dai carabinieri.

COPERTINO – Detenzione di armi clandestine: con questa accusa è finto in manette un 40enne di Copertino, arrestato nelle ultime ore in flagranza di reato. Si tratta di Ferdinando Volpi, sottoposto a una perquisizione da parte dei carabinieri della tenenza locale.

I militari hanno rinvenuto in casa una rivoltella calibro 357 magnum legalmente detenuta, un’altra pistola calibro 22, sempre regolare, con una canna però priva di matricola e carica di dieci proiettili. Ma non è tutto: gli uomini dell’Arma hanno anche trovato un’altra canna per pistola, coincidente con la stessa arma.

Inoltre sono spuntati 85 proiettili di vario calibro e 49 bossoli esplosi: il tutto detenuto illegalmente. L’uomo, tratto subito in arresto, è stato ristretto ai domiciliari  presso la sua abitazione, come disposto dalla Procura della repubblica di Lecce.  

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento