In casa pistole, oltre a 85 proiettili e bossoli: scattano le manette

Un 40ene di Copertino arrestato in flagranza di reato, a seguito di una perquisizione da parte dei carabinieri

Il materiale sequestrato dai carabinieri.

COPERTINO – Detenzione di armi clandestine: con questa accusa è finto in manette un 40enne di Copertino, arrestato nelle ultime ore in flagranza di reato. Si tratta di Ferdinando Volpi, sottoposto a una perquisizione da parte dei carabinieri della tenenza locale.

I militari hanno rinvenuto in casa una rivoltella calibro 357 magnum legalmente detenuta, un’altra pistola calibro 22, sempre regolare, con una canna però priva di matricola e carica di dieci proiettili. Ma non è tutto: gli uomini dell’Arma hanno anche trovato un’altra canna per pistola, coincidente con la stessa arma.

Inoltre sono spuntati 85 proiettili di vario calibro e 49 bossoli esplosi: il tutto detenuto illegalmente. L’uomo, tratto subito in arresto, è stato ristretto ai domiciliari  presso la sua abitazione, come disposto dalla Procura della repubblica di Lecce.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento