Espulso dal centro di accoglienza, si barrica nella struttura con un coltello: arrestato

Un 21enne originario della Guinea è stato fermato, nelle ultime ore, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Sequestrata la lama da cucina

Foto di repertorio.

NEVIANO -  Espulso dal Cas, il Centro di accoglienza straordinaria per migranti individuata dalla prefettura, si barrica nella struttura rifiutandosi di uscire. L’episodio si è verificato nelle ultime ore, a Neviano e si è concluso con le manette nei confronti di un ospite del centro.

Si tratta di una 21enne originario della Guinea, fermato poco dopo dai carabinieri della stazione locale, allertati dagli operatori dipendenti del Cas. I militari, dopo averlo bloccato, lo hanno sottoposto a una perquisizione.

Nelle tasche dei pantaloni, hanno rinvenuto un coltello da cucina, lungo  23 centimetri, immediatamente posto sotto sequestro. Al termine del controllo, il ragazzo straniero è stato condotto presso la caserma del luogo e poi arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento