Sorpassa i finanzieri sulla statale. Trovato con la cocaina in tasca, finisce nei guai

I militari della guardia di finanza hanno arrestato, nella notte, un 22enne di Squinzano, all'altezza di Sannicola. A bordo della sua Opel Astra, guidava a velocità elevata verso il basso Salento con la droga addosso. Noto alle forze dell'ordine per fatti analoghi, è finito in carcere

Lo stupefacente rinvenuto dai finanzieri

LECCE – Diretto a sud, a folle velocità sulla strada statale 101, ha persino superato due mezzi della guardia di finanza, senza neppure accorgersene. E’ stato inseguito, fermato, e trovato con mezzo etto di cocaina e 5 grammi di marijuana. Si è conclusa con le manette la corsa solitaria e notturna verso il basso Salento di  Giovanni Matteo Manca, un 22enne di Squinzano, noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti sempre relativi a droga, bloccato all’altezza dello svincolo per Sannicola dai militari delle fiamme gialle del Nucleo di polizia tributaria di Lecce.DSCN1234-2

I finanzieri erano alle prese con un ordinario servizio di controllo del territorio quando hanno notato l’autovettura del 22enne, una Opel Astra, che percorreva a velocità sostenuta l’arteria stradale, mettendo a repentaglio la sicurezza degli altri conducenti. Oltre alla propria.

Bloccato dagli uomini delle fiamme gialle, il ragazzo è stato sottoposto ad una perquisizione, senza riuscire a nascondere uno stato di irrequietezza che non ha fatto che alimentare i sospetti dei militari. Nell'abitacolo non vi era nulla.

Ma i militari i lo hanno sorpreso con la droga nelle tasche, già suddivisa in dosi pronte per essere immesse sul mercato del Capo di Leuca. Tratto in arresto con l’accusa di detenzione di stupefacenti finalizzata allo spaccio, il ragazzo è’ stato accompagnato presso il carcere di Borgo san Nicola, alle porte di Lecce, su disposizione del pm di turno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

Torna su
LeccePrima è in caricamento