homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Marchi prestigiosi sulla bancarella del mercato, ma falsi: nei guai 39enne

Il venditore senegalese, fermato a Poggiardo, dovrà anche pagare una sanzione di oltre 5mila euro

La merce contraffatta sequestrata dai carabinieri.

POGGIARDO – I carabinieri della stazione di Poggiardo, in collaborazione con i colleghi di Nociglia e Muro Leccese, hanno arrestato Madou Fall, un 39enne originario del Senegal, commerciante del posto. Il provvedimento è scattato nell’ambito di una serie di controlli finalizzati al contrasto della vendita di merce contraffatta.

Il servizio di controllo è stato svolto dai militari durante il mercato settimanale. Proprio tra stand e bancarelle, il cittadino senegalese è stato sorpreso mentre era intento ad effettuare la vendita ambulante, privo dell’autorizzazione amministrativa, di prodotti con segni falsi.fall modou-2

Poggiardo 21 01 2016-2Al primo controllo è stato trovato in possesso di due borse da donna in similpelle, di marchi prestigiosi, mentre la successiva dalla perquisizione domiciliare sono emersi numerosi altri capi, tutti rigorosamente falsi. Due borse, 15 giubbotti, tre paia di scarpe, e 52 etichette e segni distintivi dei marchi riprodotti. E non è tutto. Nel materiale sequestrato, vi erano anche due confezioni di colla speciale per la realizzazione delle griffe contraffatte.

All’uomo è stata contestata anche la violazione amministrativa, per il commercio abusivo, che prevede la sanzione di oltre 5mila euro. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa di ulteriori disposizione da parte dell’autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Ludovico
    Ludovico

    Invece io.penso che questi onesti carabinieri, abbiano fatto per l'ennesima volta,  una buona anzi ottima azione. Non è poco quel che hanno fatto. Basterebbe essere proprietari di.un negozio e pagare tasse, affitti ed altri oneri per vendere "vere" le cose che questi vendono "false".... quindi... per l'ennesima volta, BRAVI a questi Carabinieri di Poggiardo che più volte in.passate e speriamo anche in futuro, hanno fatto la cosa giusta .... giusta per gli.onesti cittadini naturalmente. ... continuate così. .... BRAVI .....   

  • Prestigioso arresto direi....e c'era la necessità di farlo sapere?...alle cose serie chi ci pensa?....ma per favore va

  • Avete sequestrato addirittura la colla speciale per attaccare la toppa falsa...Ma con tanti problemi reali, non sarebbe meglio utilizzare il tempo di questa forza lavoro (quindi soldi pubblici) per arrestare gente che mette realmente in pericolo i cittadini?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Un malore durante lo snorkeling non gli lascia scampo: 77enne perde la vita

  • Cronaca

    Rubano vini per la festa di Santa Domenica: via con bottiglie per 30mila euro

  • Cronaca

    Schianto in curva contro il muretto a secco: grave una 24enne

  • Cronaca

    Minaccia il capotreno e aggredisce due carabinieri: arrestato 19enne

I più letti della settimana

  • Testacoda e schianto in galleria contro la colonnina degli estintori

  • Tragedia nella pineta di Orte, 43enne trovata impiccata ad un albero

  • I turisti della Le Lyrial salutano Otranto dalla nave. Il sindaco va su tutte le furie

  • Oltre duemila ricci pescati nella riserva marina: denunciati in tre

  • Dopo il maxi arsenale trovato nella masseria scattano le manette

  • Sottraeva denaro dalla farmacia in cui era impiegato, condannato a due anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento