Alla vista dei carabinieri fuggono, uno dei due è ai domiciliari: arresto e denuncia

Un 52enne di Scorrano è stato bloccato assieme a un 44enne di Manduria: risponderanno anche di resistenza a pubblico ufficiale

Foto di repertorio.

SCORRANO - Bloccati dopo lo spericolato inseguimento: un arresto e una denuncia. Risponderà delle accuse di evasione e resistenza a pubblico ufficiale in flagranza di reato. Finisce in manette Francesco De Cagna, un 52enne di Scorrano, fermato dai carabinieri del posto e dai colleghi della stazione di Nociglia. Sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, per una pena di otto anni e otto mesi per reati in materia di stupefacenti (la misura emessa il 31 gennaio del 2017 dal gip del Tribunale di Lecce, è stato sorpreso nella giornata di ieri lontano dalla sua residenza.

È stato incrociato dai militari dell’Arma a spasso in via Duca d’Aosta mentre, a bordo di una Lancia Y condotta da un altro individuo sconosciuto, in direzione della zona artigianale. I due, alla vista del personale del 112 e dei lampeggianti e sirena della pattuglia, si sono dati a una spericolata fuga. La corsa sulla strada statale 275 ha peraltro creato un pericolo anche per gli altri automobilisti.

Sono stati intercettati poco dopo nel centro urbano, bloccati e sottoposti a un controllo: il conducente del veicolo è stato identificato in W.M., un 44enne di Manduria, di fatto domiciliato in provincia di Torino. Al termine della verifica, De Cagna è stato fermato in flagranza di reato e ristretto nuovamente ai domiciliari.  L’amico, invece, denunciato in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento