Incendia le auto dei famigliari per futili motivi: finisce in manette

Un 38enne di Nardò, denunciato in un primo momento, ai domiciliari. Nei guai anche un 24enne magliese

Foto di repertorio.

NARDÒ – Un arresto, a Nardò per incendio doloso, lesioni personali, lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia. Francesco Guagnano, 38enne neretino, è stato ristretto ai domiciliari nelle ultime ore. Tramite una tanica di benzina, ha dato fuoco a due vetture, lo scorso 25 aprile, intestate a due famigliari. Era stato deferito dai militari, dopo il rogo, per quell’episodio dovuto a futili motivi. Ma, a seguito di indagini, è scattato l’arresto.

A Corigliano d’Otranto

I carabinieri di Corigliano d’Otranto hanno denunciato, in stato di libertà, F.P., un 24enne di Maglie, con l’accusa di furto. Le indagini hanno messo in evidenza come il ragazzo avesse rubato un i-Phone di proprietà di un 31enne di Giuggianello, lunedì scorso. La refurtiva, del valore di mille euro, è stata restituita alla vittima.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento