Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Un 35enne di Alliste arrestato in flagranza di reato con l’accusa di estorsione: i carabinieri lo hanno atteso in casa della vittima

La caserma di Taviano.

ALLISTE – Vende la propria auto dopo aver concordato il prezzo: non contento, pretende ed estorce altro denaro da una donna. In manette Francesco Cazzato, un 35enne di Alliste, fermato nelle ultime ore dai carabinieri della stazione di Taviano, che hanno pianificato un blitz. I militari, a seguito della denuncia della vittima, hanno eseguito un’indagine, poi sono passati all’azione.

Il 35enne avrebbe minacciato la sfortunata acquirente: se si fosse rifiutata di consegnargli altro denaro, lui si sarebbe ripreso la vettura. Cazzato ha così ottenuto un appuntamento presso l’abitazione della vittima ma ad attenderlo, in realtà, vi erano anche i militari dell’Arma.CAZZATO Francesco-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questi ultimi lo hanno bloccato immediatamente e lo hanno arrestato in flagranza di reato. Il denaro consegnato dalla malcapitata all’indagato le è stato immediatamente restituito. Il 35enne, al termine delle formalità di rito, ristretto ai domiciliari presso il suo appartamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento