In trasferta in Basilicata per rubare quintali di rame: arrestati due salentini

Un 50enne e una 47enne, entrambi residenti nella provincia di Lecce, fermati a Ferrandina dai carabinieri della compagnia di Pisticci. Sequestrati cavi e attrezzatura

Foto di repertorio.

FERRANDINA (Matera) – Ladri di cavi in trasferta: ma vengono identificati e finiscono nei guai. Un 50enne e una 47enne, entrambi della provincia di Lecce, sono stati fermati nelle ultime ore con l’accusa di furto aggravato dei cavi di energia elettrica nella zona industriale di Ferrandina, in provincia di Matera.

La coppia, con precedenti penali, è stata fermata dai militari dell’Arma della compagnia di Pisticci poco dopo l’accaduto. Come si apprende dall’agenzia di stampa Ansa, i due sono stati sorpresi ad appropriarsi del materiale, asportandolo da alcuni tralicci di una cabina Enel.

 I due salentini avevano accumulato circa due quintali e mezzo di rame che, se rivenduto sul mercato illecito, avrebbe fruttato loro una somma di svariate centinaia di euro. Sotto sequestro il kit utilizzato per mettere a segno il piano.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

Torna su
LeccePrima è in caricamento