Ladri perdono cellulare, carabinieri lo usano spacciandosi per turisti: arresti

Gli autori di un colpo a Zollino, a ottobre scorso in carcere: avendo perso il telefono, i militari hanno chiamato l’intestatario della sim

Foto di repertorio.

ZOLLINO – Per incastrare gli autori di un furto, i carabinieri si spacciano per turisti al telefono. Due ladri in arresto dopo un colpo a Zollino: Fabio Martucci, di 55 anni e il coetaneo Paolo Olimpo, sono stati infatti fermati dai carabinieri di Soleto, assieme ai colleghi del Nucleo operativo delle compagnie di Maglie e Lecce. Entrambi leccesi e con diversi precedenti alle spalle per reati contro il patrimonio, sono ora destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

OLIMPIO PAOLO-3Il 16 ottobre dello scorso anno, un agente di polizia municipale del piccolo comune grico scoprì due individui che si aggiravano con fare sospetto per strada. Il vigile cercò di fermarli per un controllo. Ma i due non si fecero bloccare: uno si sfilò persino il giubbotto pur di sfuggire, abbandonando sul luogo anche un borsone. All’interno, svariati monili in oro, 2mila e 700 euro in contanti, passamontagna, taglierini e altri arnesi da scasso. L’intera refurtiva era di una anziana 80enne, alla quale è stata poi restituita. MARTUCCI FABIO-4

Intervenuti i carabinieri della compagnia di Maglie, l'autovettura usata fu subito intercettata. Risultò quella di un parente di uno dei due individui visti vicino casa della pensionata. Risalire all’identità di uno dei due è stato semplice: nel giubbotto, infatti, c'erano anche un documento di guida e un cellulare. La sim, però, era intestata a un cittadino nigeriano. Contattato dai militari, i quali si sono spacciati per turisti in visita nel Salento, dichiarando di aver trovato il cellulare smarrito per strada.

In quel modo, si sono fatti rivelare l’identità dell’utilizzatore del telefono: uno dei due soggetti ora in arresto. Nel corso della giornata di ieri, il gip del Tribunale di Lecce ha disposto il trasferimento dei due nel carcere di Borgo San Nicola.

Martano: due denunce per ricettazione

Nella vicina Martano, invece, al termine di indagini, i carabinieri della stazione locale hanno denunciato a piede libero per ricettazione: C.M., 19enne, e V.D., 63enne, entrambi di Melendugno. Nei loro confronti sono stati raccolti elementi di colpevolezza sul possesso e l'uso di un cellulare Samsung del valore di 200 euro, risultato rubato a martano il 6 febbraio scorso. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda e si ribalta un paio di volte: in due in prognosi riservata

  • Politica

    Frazione organica, ritiro a singhiozzo: le buste devono essere compostabili

  • Attualità

    De Candia e Leandro, memoria a rischio: le loro opere molto copiate dai falsari

  • Cronaca

    Il nuovo pentito della Scu: “La mia latitanza anche a Porto Cesareo”

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

  • Violenta lite in famiglia. Colpisce con un coltello la cognata: arrestato

  • Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

  • Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

Torna su
LeccePrima è in caricamento