Fermato durante una rapina nel 2016: dovrà scontare un anno di carcere

Un 33enne di Ugento, arrestato in passato anche per il reato di evasione, è stato trasferito a Borgo San Nicola: l’Ufficio esecuzioni penali di Lecce ha disposto l’ordine di carcerazione

Foto di repertorio.

UGENTO – Dovrà scontare una pena residua di un anno di reclusione un 33enne di Ugento, raggiunto nel pomeriggio di ieri dai carabinieri della stazione locale. Si tratta di Gianluca De Paolis, responsabile del reato di rapina in concorso, il 6 maggio di cinque anni addietro. Per lui una pena residua dei dodici mesi di reclusione, nel carcere leccese di Borgo San Nicola.

L’uomo è stato arrestato su disposizione di un ordine di carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica del capoluogo salentino. De Paolis era stato fermato nel 2015, dai carabinieri, perché trovato con una pistola semiautomatica modificata, con caricatore inserito. Quell’arma sospetta era compatibile con alcuni episodi criminali avvenuti nel Casaranese. Il 33enne, inoltre, accusato di colpi messi a segno ai danni di commercianti, era finito agli onori delle cronache in passato anche per il reato di evasione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le manette sono scattate per il reato di rapina in concorso nella serata del 14 aprile del 2016, a Taviano. Quel giorno, in tre provarono a perpetrare il colpo ai danni di un market della cittadina, il Conad. Dopo una serie di episodi simili, nei quali era sospettata la stessa banda, i carabinieri pianificarono un tranello ai tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • "Dote" da sposa e corredo di nozze trasformati in mascherine: “Sono per i più poveri”

  • Il giorno più pesante: 152 nuovi casi accertati, un quarto nel Salento

Torna su
LeccePrima è in caricamento