Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

Una 19enne è stata fermata dai carabinieri di Racale in flagranza di reato: negli slip, il monile sottratto alla vittima

Foto di repertorio.

RACALE – Strappa con prepotenza una collanina in oro a un uomo: colta sul fatto, finisce in manette. Marilena Violeta Durac, una 19enne senza fissa dimora, è stata infatti fermata dai carabinieri di Racale con l’accusa di rapina. Dopo aver sottratto il monile alla vittima, si è dileguata nelle vie del paese.

Ma i militari sono riusciti a immobilizzarla poco dopo: si trovavano infatti a circa un centinaio di metri per un ordinario controllo stradale. Immediata la perquisizione nelle tasche degli indumenti della donna. La collana, con un grosso ciondolo raffigurante un’immagine religiosa, era del valore di circa mille e 500 euro.

Un’agente di polizia locale, allertata dai militari ell'Arma per poter procedere con una perquisizione femminile, ha rinvenuto il bottino negli slip della ragazza. Al termine del controllo, la 19enne è stata accompagnata in caserma per le formalità di rito e poi in carcere. La refurtiva, intanto, è stata riconsegnata al malcapitato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Positiva prima di un day service ambulatoriale: nuovo caso Covid-19 nel Salento

  • Oltre un chilo di eroina, quasi mezzo di cocaina, tre pistole: in manette 35enne

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

  • Attende una donna conosciuta online, si ritrova i rapinatori in casa: denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento