In tre anni minacce, percosse e richieste di denaro ai genitori: nuovi guai

Un 25enne di Copertino, ospite di una comunità di Latiano, è stato fermato dai carabinieri per maltrattamenti ed estorsione

La caserma di Latiano (BrindisiReport)

COPERTINO – Ospite di una casa famiglia, continua a vessare i propri genitori: nuovi guai per un 25enne di Copertino, domiciliato presso una comunità di Latiano, in provincia di Brindisi. Il ragazzo è stato fermato nelle ultime ore, dai carabinieri della stazione locale, per maltrattamenti in famiglia aggravati ed estorsione continuata: reati commessi nei confronti dei due genitori, minacciati peraltro di morte e costretti a consegnare una domma di circa 7mila euro.

I militari hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Lecce, un 25enne originario della provincia di Lecce, per dei fatti commessi negli ultimi tre anni, in maniera periodica: il 25enne  si è spesso  trovato in uno stato di alterazione psicofisica dovuto anche all’abuso di sostanze  alcoliche e stupefacenti e pertanto ha maltrattato i genitori  causando loro  sofferenze fisiche e psichiche tali da condizionarne la qualità  di vita.  In varie circostanze li ha anche percossi e minacciati di morte  per costringerli a soddisfare le sue richieste estorsive  di denaro,  e in varie circostanze ha danneggiato  tutti i mobili e le suppellettili della sua camera da letto e gli accessori del bagno.

Nel mese di gennaio 2018, in particolare, ha costretto il padre, sotto la minaccia di morte e di incendiargli casa e l’autovettura, a farsi consegnare una cospicua somma. Nel mese di giugno 2018, inoltre,  ha esteso le minacce anche nei confronti della madre, brandendo un’ascia, altre volte  un martello o un coltello. In altre circostanze ha picchiato sia il padre che la madre, procurando alla donna  lesioni al viso. Una delle recenti minacce è consistita nel richiedere insistentemente ai coniugi l’accredito di  somme di denaro: in caso contrario  li avrebbe bruciati vivi. Nel complesso  ha costretto i genitori a   consegnargli denaro per un ammontare complessivo di 7mila euro. Al termine della notifica della nuova misura, il 25enne è stato trasferito in una struttura, su disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento