Furto di pc nel Poliambulatorio, Asl rassicura: “In salvo dati di Cardiologia”

Le informazione contenute nei computer rubati a Tricase non possono essere utilizzati. Si tratta soprattutto dei tracciati Holter

I carabinieri davanti alla struttura a Tricase.

TRICASE – Fortunatamente in salvo gran parte dei dati inseriti nei computer del poliambulatorio di Tricase, trafugati dai ladri poco più di 24 ore addietro, sono stati recuperati. Lo ha fatto sapere la Asl di Lecce, rassicurando i vari pazienti in cura presso il presidio della cittadina. Il furto, messo a segno in via Sergi da ladri professionisti, è stato scoperto nella mattinata di ieri, dal personale impiegato presso la struttura.

I malviventi sono entrati da una porta posteriore e, una volta all’interno, hanno scardinato dal muro la cassaforte: dentro vi erano circa mille e 600 euro di soldi, corrispondenti al pagamento dei vari ticket versati dai cittadini. In un primo momento sembrava che i computer, seppur spostati e rovesciati, non fossero stati portati via. Invece, la banda ne ha portati via due. Non è stato registrato soltanto il danno economico, quanto soprattutto quello medico: nei pc, infatti, vi erano i dati dei pazienti dell’ambulatorio di Cardiologia. Sono stati però recuperati, come ha fatto sapere Paola De Paolis, responsabile dell’ambulatorio.

I tecnici hanno infatti lavorato per ore, cercando di recuperare le informazioni mediche contenute in particolar modo in uno dei dispositivi spariti. Si tratta prevalentemente di dati grezzi, tracciati idi cardiopatici che non potranno essere utilizzati senza un apposito software. “Per quanto riguarda il cosiddetto Gisc, il sistema sperimentale di telemonitoraggio online di circa 600 pazienti cardiopatici, è opportuno precisare che  tutte le informazioni cliniche erano e sono custodite all’interno della rete informatica che sovrintende alla gestione dello stesso Gisc in modo assolutamente sicuro”, fanno sapere dall’Azienda sanitaria locale.

I due pc rubati sono impiegati per scaricare il tracciato dell’Holter, un esame cardiografico inutilizzabile senza l’intervento del cardiologo in grado di “leggere” il tracciato e di dargli un significato clinico ai fini della eventuale terapia da adottare. Nel secondo pc erano presenti un centinaio di Holter, anche in questo caso dati assolutamente inutili per chi li ha sottratti, ma che rivestono una certa importanza per il lavoro degli operatori sanitari, anche perché sono stati trafugati prima di essere riversati nel sistema di archiviazione centralizzata. Se non saranno in qualche maniera restituiti o non saranno comunque recuperati, i pazienti interessati saranno richiamati per rifare l’esame e poter quindi concludere il percorso terapeutico.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Politica

    Sulla scheda il candidato che “non esiste”: un "De" di troppo ma elezioni proseguono

  • Sport

    La prevenzione contro il cancro si fa "di corsa": torna la “Gallipoli ColouRun”

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Un boato sveglia il vicinato all’alba: si sbriciola il tetto di un’abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento