Assunto da Asl cinque anni dopo: riconosciuta la metà dello stipendio

Escluso nel 2009, si è visto riconoscere il diritto al posto di lavoro nel 2014. Poi ha chiesto al giudice il risarcimento: non ammesso quello non patrimoniale

La direzione generale di Asl Lecce.

LECCE – Dopo il riconoscimento del diritto all’assunzione, anche quello del riconoscimento del danno patrimoniale. Due sentenze rendono giustizia, sebbene in maniera parziale, alle legittime aspettative di un uomo, anche se a distanza di tempo l’una dall’altra.

L’uomo era stato inizialmente escluso del novero di sedici dipendenti amministrativi assunti nel 2009 dalla Asl di Lecce. In quella circostanza l’azienda sanitaria di Lecce attinto a due diverse graduatorie. Il primo contenzioso, è terminato col pronunciamento definitivo della Cassazione e si è risolto in maniera favorevole al ricorrente, finalmente assunto nel 2014.

Il dipendente, difeso dall’avvocato Alfredo Matranga, ha poi adito un’altra causa per il danno da ritardata assunzione e il danno non patrimoniale. È stato riconosciuto il primo, nella misura del 50 per cento delle retribuzioni che l’uomo avrebbe percepito, se fosse stato già assunto, tra la data della delibera contestata e quella di assunzione. Il danno non patrimoniale, invece, non è stato ritenuto adeguatamente provato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Oltre un chilo di cocaina: tre arresti. Carabinieri trovano anche una pistola

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Violento schianto sulla 275: vigilante prima finisce con l'auto su un palo, poi si scontra con una vettura

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento