Ennesimo attentato incendiario al gazebo di un bar: caccia alla Mini del piromane

L’episodio nella notte, ai danni della caffetteria “Twin Towers” di viale Japigia. Giorni addietro, bruciati un paio di alberi di fronte al locale: gli inquirenti vogliono vederci chiaro sulla vicenda

La pattuglia della vigilanza sul luogo dell'incendio.

LECCE - Ennesimo attentato incendiario ai danni di un bar in città. Fortunatamente, nonostante il gesto, le conseguenze provocate dal fuoco questa volta sono davvero irrisorie. È accaduto nella notte, un quarto d’ora prima delle 4, all’ingresso della caffetteria “Twin towers”, sulla circonvallazione di Lecce. È stato un vigilante dell’istituto privato “AlmaRoma” a notare la scena. La guardia giurata ha infatti scorto una Mini sospetta nei pressi dell’esercizio commerciale di viale Japigia: il conducente stava sfrecciando a gran velocità, dileguandosi.

Il dipendente dell’agenzia di sicurezza, a quel punto, si è fermato davanti alla caffetteria: qui ha scorto le fiamme sul pavimento del gazebo esterno al locale e ha ricollegato la presenza di quell'auto sul posto. Immediata la segnalazione alla sala operativa del 115. Il rogo è stato spento in poco tempo, essendo di lieve entità. Non si è neppure rivelato necessario l’intervento dei pompieri. Probabilmente, però, i piromani intendevano cofbde1fe4-cc89-4f9a-8067-cb589703f507-2lpire in modo più violento la struttura e arrecare una maggiore quantità di danni. Il piano è andato però “in fumo” a causa dell’arrivo sul posto del vigilante e non ne hanno avuto il tempo.

Sul luogo dell’accaduto, gli agenti di polizia della sezione volanti e il proprietario dell’attività colpita. Il personale della questura sta eseguendo i rilievi, anche attraverso l’ausilio delle telecamere di sorveglianza, per chiarire se vi possano essere connessioni con un altro episodio, registrato nella notte tra mercoledì e giovedì della scorsa settimana. In quell’occasione, infatti, proprio di fronte al bar, ignoti hanno dato alle fiamme un paio di tronchi degli alberi piazzati sul marciapiede. L’ipotesi di una “coincidenza” non convince gli inquirenti.

Circa tre settimane addietro, inoltre, un altro bar del centro cittadino è stato dato alle fiamme dai piromani. Parliamo del "White Lady", nei pressi di Piazza Mazzini, danneggiato dal fuoco lo scorso primo agosto. Per quell'attività, peraltro, si è trattato del secondo atto intimidatorio a distanza di meno di un anno. Cresce dunque l'allarme per il ritorno a pieno regime del fenomeno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento