Baci proibiti e palpeggiamenti alla dipendente, condannato a venti mesi

Presunto protagonista della storia un 58enne titolare di un'attività commerciale, accusato di violenza sessuale in abbreviato

LECCE – Avrebbe costretto una dipendente a subire in più occasioni atti sessuali consistiti in toccamenti e palpeggiamenti nelle parti intime e in un bacio sulla bocca. Episodi che sarebbero stati commessi nel giugno del 2014 nel locale in cui la donna lavorava in un ristorante nel bssso Salento..

Presunto protagonista della storia un 58enne titolare di un’attività commerciale. L’uomo, assistito dall’avvocato Raffaele Di Staso, è stato condannato a venti mesi di reclusione per violenza sessuale al termine del giudizio con rito abbreviato dinanzi al gup Michele Toriello.

Il 58enne dovrà anche risarcire la presunta vittima, che si è costituita parte civile con l’avvocato Stefano Stendardo, con cinquemila euro, oltre alle spese processuali. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a due anni.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento