Attendeva permesso per motivi umanitari, viene condannato per spaccio

Nei guai a Baia Verde un 20enne gambiano. L'hanno fermato i poliziotti. La segnalazione fatta alla questura di Ascoli Piceno

GALLIPOLI - La scorsa notte gli agenti della squadra volanti del commissariato di Gallipoli hanno arrestato un 20enne del Gambia per il reato di detenzione ai fini dispaccio di sostanze stupefacenti.

Durante un servizio di controllo in zona Baia Verde, fra le località più frequentate dai giovani, gli agenti hanno notato il giovane in atteggiamento più che sospetto. Si sarebbe allontanato alla svelta, per eludere un controllo che, in realtà, i poliziotti non avevano nemmeno pensato di effettuare.

Insospettiti ancora di più dal fatto che, al buio, non fosse in compagnia di nessuno e che si guardava continuamente intorno, gli agenti l’hanno fermato, nonostante il tentativo di allontanarsi, e condotto in commissariato. Era privo sia di documenti di riconoscimento, sia di permesso di soggiorno.

Si è poi appurato, dopo approfondimenti, che era in corso una procedura finalizzata al rilascio della questura di Ascoli Piceno di un permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Il 20enne, durante la perquisizione, avrebbe anche tentato di nascondere un involucro trasparente nella mano destra. Movimento, nemmeno questo, sfuggito ai poliziotti che alla fine hanno trovato oltre 26 grammi di marijuana, suddivisi in quattro bustine trasparenti, e 15 euro. Il tutto è stato sequestrato e il giovane condotto in carcere.  Questa mattina, poi, il 20enne è stato condannato per direttissima a un anno di reclusione (con pensa sospesa) e alla multa di 2mila euro.

Il commissariato ha segnalato l’arresto alla questura di Ascoli Piceno per una rivalutazione del rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari che presuppone l’integrazione sul territorio in termini lavorativi, sociali e alloggiativi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento