Bimba di 11 anni azzannata da pitbull mentre gioca

Il fatto è avvenuto a Supersano. L'animale è stato bloccato, prima che potesse provocare conseguenze più gravi. La vittima, condotta al "Ferrari", ha riportato lesioni giudicate guaribili in 15 giorni

IMG_8135-21
SUPERSANO - Tanta paura per una bimba di appena 11 anni, che ieri sera è stata azzannata in volto da un pitbull, mentre giocava in strada, nei pressi della sua abitazione, a Supersano. I genitori si trovavano in casa, quando è avvenuto il fatto. E le conseguenze avrebbero rischiato di essere più gravi, se non fosse provvidenzialmente intervenuta anche una pattuglia di carabinieri della stazione di Ruffano, che stava transitando nella zona, per normali controlli.

Infatti, la bimba ha riportato lesioni giudicate guaribili in quindici giorni dai sanitari dell'ospedale "Ferrari" di Casarano, dov'è stata subito traportata. Il cane, forse sfuggito alla custodia del padrone o abbandonato (al momento nessuno ne ha rivendicata la proprietà), per motivi ancora poco chiari, ha attaccato la bimba.

Fatti analoghi non sono insoliti. Qualche mossa repentina potrebbe aver fatto innervosito il cane. Certo è che i pitbull hanno una morsa particolarmente tenace e dunque, la prognosi, di "soli" quindici giorni. suona quasi come un mezzo miracolo. Il cane è stato subito allontanato, prima che potesse provocare conseguenze più serie, ed è poi stato catturato e consegnato al veterinario dell'Asl, chiamato appositamente sul posto, il quale ne ha disposto il trasferimento presso il canile comunale di Melissano. La bimba, nel frattempo, è stata ricoverata in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento