Bimbo di 4 anni picchiato e denutrito: chiuse le indagini sulla madre e sul convivente

Non cambiano le accuse nei riguardi della coppia accusata di maltrattamenti. Per il pm lei non muoveva un dito in difesa del figlioletto, quando il compagno lo prendeva a calci e pugni

Foto di repertorio.

LECCE - Chiuse le indagini sulla coppia accusata di aver maltrattato un bambino di quattro anni. Nell’atto non cambiano le accuse mosse dal pubblico ministero Maria Rosaria Micucci, per le quali, il 9 maggio scorso, la madre del piccolo fu sospesa dall’esercizio della responsabilità genitoriale, e il convivente, un 36enne originario di Galatina ma residente in un comune vicino, finì ai domiciliari (su ordinanza emessa dal gip Antonia Martalò), misura poi “alleggerita” nel divieto di avvicinamento.

Stando alle indagini (durante le quali il bambino è stato ascoltato in sede di incidente probatorio), per mesi (dal settembre 2017 al marzo scorso) la madre avrebbe assistito senza intervenire ai comportamenti violenti del compagno che avrebbe preso a calci e pugni il figlioletto, rispetto al quale sarebbero stati trascurati anche l’igiene e il nutrimento.

Tra i reati contestati alla coppia, oltre ai maltrattamenti, ci sono anche quelli di danneggiamento, violazione di domicilio e minaccia, perché il 7 marzo scorso, i due avrebbero fatto irruzione nella casa del padre di lei (che con la sua denuncia segnò l’inizio dell’inchiesta) e approfittando della sua assenza, avrebbero minacciato di morte la convivente, l’avrebbero costretta a inginocchiarsi a terra e avrebbero distrutto mobili e alcuni oggetti.

Tutte accuse queste che gli indagati negarono durante l’interrogatorio di garanzia, giurando di amare il figlioletto e di non averlo mai trascurato. Adesso, avranno venti giorni di tempo per presentare memorie o chiedere di essere interrogati (attraverso il difensore, l’avvocato Simona Mancini) prima che il pm formuli la richiesta di rinvio a giudizio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Ma i nomi di questi parassiti nn li fate mai? Forse Vanno tutelati affinché questo @#?*%$ nn possa finire sotto terra troppo presto.

  • Ma cosa sta succedendo. La gente cosa ha nella testa?

  • Mettete il nome di questo padre @#?*%$o e ingrato che se la sa prendere con un bimbo di soli 4 anni. Sai quanta gente vorrebbe un figlio ma non lo può avere ? Spero che ti sbattono in carcere così li dentro t'insegnano cos'è l'educazione !!!

    • Perché invece la "madre" le sembra migliore? Povero bimbo, spero trovi una casa in cui crescere amato, nutrito e lavato (agghiacciante, neanche quegli aspetti curavano questi due mostri) lontano da tanto squallore.

Notizie di oggi

  • Politica

    Mercatone Uno, fallisce la società. Dramma occupazionale per 123 famiglie

  • Cronaca

    Pestato e ferito da un colpo d'arma, preso il complice del violento raid

  • Incidenti stradali

    Collisione con handbike, disabile ferito e autista positivo alla cannabis

  • Cronaca

    Morte in carcere, prime conferme sul suicidio. Resta il nodo dei farmaci

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento