Bimbo di 4 anni picchiato e denutrito: chiuse le indagini sulla madre e sul convivente

Non cambiano le accuse nei riguardi della coppia accusata di maltrattamenti. Per il pm lei non muoveva un dito in difesa del figlioletto, quando il compagno lo prendeva a calci e pugni

Foto di repertorio.

LECCE - Chiuse le indagini sulla coppia accusata di aver maltrattato un bambino di quattro anni. Nell’atto non cambiano le accuse mosse dal pubblico ministero Maria Rosaria Micucci, per le quali, il 9 maggio scorso, la madre del piccolo fu sospesa dall’esercizio della responsabilità genitoriale, e il convivente, un 36enne originario di Galatina ma residente in un comune vicino, finì ai domiciliari (su ordinanza emessa dal gip Antonia Martalò), misura poi “alleggerita” nel divieto di avvicinamento.

Stando alle indagini (durante le quali il bambino è stato ascoltato in sede di incidente probatorio), per mesi (dal settembre 2017 al marzo scorso) la madre avrebbe assistito senza intervenire ai comportamenti violenti del compagno che avrebbe preso a calci e pugni il figlioletto, rispetto al quale sarebbero stati trascurati anche l’igiene e il nutrimento.

Tra i reati contestati alla coppia, oltre ai maltrattamenti, ci sono anche quelli di danneggiamento, violazione di domicilio e minaccia, perché il 7 marzo scorso, i due avrebbero fatto irruzione nella casa del padre di lei (che con la sua denuncia segnò l’inizio dell’inchiesta) e approfittando della sua assenza, avrebbero minacciato di morte la convivente, l’avrebbero costretta a inginocchiarsi a terra e avrebbero distrutto mobili e alcuni oggetti.

Tutte accuse queste che gli indagati negarono durante l’interrogatorio di garanzia, giurando di amare il figlioletto e di non averlo mai trascurato. Adesso, avranno venti giorni di tempo per presentare memorie o chiedere di essere interrogati (attraverso il difensore, l’avvocato Simona Mancini) prima che il pm formuli la richiesta di rinvio a giudizio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Ma i nomi di questi parassiti nn li fate mai? Forse Vanno tutelati affinché questo @#?*%$ nn possa finire sotto terra troppo presto.

  • Ma cosa sta succedendo. La gente cosa ha nella testa?

  • Mettete il nome di questo padre @#?*%$o e ingrato che se la sa prendere con un bimbo di soli 4 anni. Sai quanta gente vorrebbe un figlio ma non lo può avere ? Spero che ti sbattono in carcere così li dentro t'insegnano cos'è l'educazione !!!

    • Perché invece la "madre" le sembra migliore? Povero bimbo, spero trovi una casa in cui crescere amato, nutrito e lavato (agghiacciante, neanche quegli aspetti curavano questi due mostri) lontano da tanto squallore.

Notizie di oggi

  • settimana

    Calci e pugni al volto di una donna: arrestato il convivente

  • Cronaca

    Duemila e 600 ricci prelevati dalla riserva marina: sequestro e multe “salate”

  • Cronaca

    Aste giudiziarie, accusata di trattenere le cauzioni chiede l’abbreviato

  • Cronaca

    Street Control: inserita anche via Leuca nell'elenco delle strade pattugliate

I più letti della settimana

  • Imprenditore e consulente fiscale in arresto: stimata evasione per 14 milioni di euro

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento