Due feriti in prognosi riservata, ma non per i botti di Capodanno

Un 24enne di Carmiano è stato ritrovato su una panchina di Monteroni, con ferite alla testa. Una donna di Lizzanello sarebbe invece caduta da un tavolo, durante i festeggiamenti. Tre i feriti lievi per l'esplosione di petardi

LECCE - Nella prima notte del 2012 nessun ferito grave, almeno per quanto riguarda le conseguenze dell'utilizzo di petardi e fuochi d'artificio, così come del resto registrato anche agli esordi del 2011. Ciò nonostante in cinque sono finiti in ospedale. A partire dal pomeriggio di ieri, infatti, il personale sanitario del 118, in collaborazione con le forze dell'ordine, ha lavorato  incessantemente. Alle 22, mentre a Monteroni di Lecce molti residenti erano nel pieno del cenone di San Silvestro, un 24enne originario di Carmiano, Tonio Martino, è stato ritrovato  su una panchina di piazza della Repubblica, con gravi ferite riportate alla testa, verosimilmente per una caduta. Condotto immediatamente all'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, il ragazzo è stato ricoverato nel reparto di Neurochirurgia, in prognosi riservata.